Lettera aperta di Hadar Omiccioli ai giovani fanesi

di 

10 maggio 2014

Hadar Omiccioli*

Ciao!

Forse avrai già sentito parlare di noi e magari ti sei già fatto un’opinione sul nostro progetto. Positiva o negativa che sia, per ora non importa: se vorrai leggere queste righe, cerca di mettere da parte tutto questo, dimentica anche tutto il polverone della politica nazionale.

Parliamo di Fano. Certo, sarà naturale che nell’immediato ti verrà in mente tutto quello che non ti piace e che vorresti cambiare. Ma pensa anche a tutte le energie che vedi nelle persone che ti circondano, alle tue vocazioni, a quanto di buono potresti fare per questa città se solo ci fosse qualcuno disposto ad ascoltarti veramente, senza usarti per farsi bello davanti alle telecamere di Fano TV.

Pensa a quando avresti voluto urlare la tua indignazione perché così proprio non va. Secondo noi, criticare ciò che non ti piace non è mai sbagliato, quando fatto con giudizio: significa prendere posizione su qualcosa e, anche se schierarsi non va più di moda, è un primo fondamentale passo per far sì che qualcosa si muova e che nasca una proposta alternativa. Noi ci crediamo in quelli come te. Noi pensiamo che essere giovani sia, prima che una questione anagrafica, un modo di approcciarsi alla realtà che è libero da qualsiasi preconcetto e da qualsiasi condizionamento. Aria fresca.

Proprio per questo, perché abbiamo grande rispetto per la tua età, non pensiamo di abbindolarti inserendo giovani a caso nelle nostre liste, magari perché di bella presenza oppure perché sono quelli che ti danno la prevendita per questo o quel locale.

Come te ci indigniamo quando qualche personaggio cerca di nascondere la pochezza dei propri contenuti o prova a rifarsi una verginità politica usando ragazzi e ragazze, magari anche in buona fede, come foglie di fico. Crediamo anche che parlare di giovani solo e soltanto in riferimento alla movida o a qualche evento di spicco sia innanzitutto un’offesa alla tua intelligenza, perché la tua realtà è fatta anche di molto altro: di creatività, di studio, di lavoro che non c’è, di sport, di opportunità. Perché meriti sicuramente di più.

Andare a votare di questi tempi, quando gli adulti sono i primi ad essere sfiduciati e rassegnati al fatto che niente possa più cambiare non è certo facile e, come se non bastasse, c’è chi è convinto di dartela a bere solo perché ritiene che “giovane” sia sinonimo di “inesperto”.

Allora è arrivato il momento di dimostrare che si sbagliavano di grosso: devi informarti, e informarti bene, perché se i programmi sono diventati, come per magia, uno la copia dell’altro, devi andare a conoscere le persone, la loro storia, la coerenza tra le cose che ora promettono e come invece hanno effettivamente agito in questi anni. E magari, se cerchi bene, troverai qualcuno che ha sempre difeso con tenacia quello in cui crede, perché non deve rispondere a nessuno di quello che fa, se non alla propria coscienza, e ha fatto della coerenza un valore imprescindibile.

Io ho fatto questa scelta ma sappi che se deciderai di contare su di me, io avrò bisogno di te. Non sempre si è nel momento giusto per impegnarsi in prima persona, ma già il fatto di non lasciare che le cose ti scorrano addosso, di entrare nelle questioni, di gioire per i passi avanti e di arrabbiarsi se qualcosa non va è un grande impegno.

Rimani libero!

*Candidato sindaco di Fano 5 Stelle

3 Commenti to “Lettera aperta di Hadar Omiccioli ai giovani fanesi”

  1. Andrea Tomasetti scrive:

    Rimani libero….quando lei usa un MARCHIO registrato da un personaggio che LUCRA fior di MILIONI di euro ogni volta che dei POVERI ALLOCCHI vanno a leggere le sue STUPIDAGGINI, ogni volta che ascolto o leggo uno di voi mi viene il dubio se vi rendiate conto di cosa state “divulgando”, siete davvero l’inutilità figlia di questi tempi

  2. enzo cicetti scrive:

    Caro Omiccioli, noto che la tua lettera aperta ai giovani è piena di certezze non provate. Ad esempio affermi che sono gli ” adulti ” ad essere i più sfiduciati e rassegnati, quando le indagini più accreditate sull’argomento provano che purtroppo sono proprio i giovani ad esserlo. Poi dovresti spiegare chi sono per te gli adulti:40enni o magari 60enni o 70enni? Tu ad esempio hai superato i 40: pensi di essere un giovane o un uomo maturo? Qual è poi il tuo concetto di coerenza,quello di ritenere che il ” capo ” ha sempre ragione e che per essere coerenti non si può contraddirlo? E ” aria fresca ” che significa? Non potrebbe trattarsi di ” aria fritta ” ? Cordialmente, Enzo Cicetti.

  3. Teresa Esposito scrive:

    Signor Andrea Tomasetti inutili sono le pecore che continuano a votare per gli stessi delinquenti che da anni hanno lucrato e mangiato alle spalle degli Italiani. Io non mi sento un allocco e di sicuro non sono una pecora e ancora di più non voglio essere complice di quella manica di delinquenti della sinistra e della destra!!!

    Invece al signor Enzo Cicetti vorrei dire: non cerchi tanto il pelo nell’uovo!!! Ci sono moltissimi adulti e giovani che sono incazzati neri per lo sfascio a cui PD /L hanno portato questo povero paese!! Non abbiamo bisogno di gente come lei che sottilizza sulle ca…..e ma di FATTI e fino adesso ci sono politici giovani e vecchi che RUBANO!!!!!

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>