“Il rebus delle urne: Matteo Ricci lo risolve”

di 

10 maggio 2014

Stefano Giampaoli*

 

PESARO – Facciamo il punto della situazione elettorale. Sono sette le persone in lizza per diventare sindaco di Pesaro. Ben 22 liste, per 611 candidati consiglieri comunali. Questa proliferazione delle liste sembra essere la risposta alla grave crisi di fiducia nei confronti dei partiti. Potrebbe anche testimoniare il disagio di molti cittadini che, in questo modo, desiderano recuperare l’impegno politico. Se si esclude il cosiddetto “centro sinistra”, c’è un dato negativo: l’assenza di proposte interessanti a livello di economia (industria, commercio e turismo), viabilità e gestione pubblica. L’unico che sembra in grado di risolvere il rebus delle urne comunali è Matteo Ricci. Lo dice la sua storia personale.

E’ uno che ha iniziato da giovane il proprio impegno politico; già ai tempi di tangentopoli quando i suoi amici scappavano dalla politica. Il suo ideale sembra essere il “cambiamento”. E’ uno che determina trasformazioni: culturali, sociali, politiche e amministrative. L’ho sentito sostenere qualcosa che suona così: – Un dirigente non potrà mai dirmi “questo non si può fare” -. Ha una visione della città futura, un progetto che va realizzato da dirigenti che sappiano come risolvere le questioni; non porre problemi. Intende rivitalizzare il centro storico partendo da un fulcro, l’area del Mercato San Domenico. Desidera che il ROF, magistralmente diretto dal sovrintendente Gianfranco Mariotti, diventi il volano per far riconoscere Pesaro come “città della musica”. La pista ciclabile del mare, che giunge fino a Fosso Sejore, deve diventare un modo per vivere l’estate da parte dei cittadini e dei turisti. A cominciare dai giovani che, in questo modo, abbandoneranno il pendolarismo verso la Romagna. Ogni ristorante, chiosco, bar e spazio ricreativo deve potersi, liberamente, caratterizzare con propri eventi. Vuole che Rocca Costanza diventi fruibile per la città, sempre. Queste sono solo alcune delle idee, concrete, che intende realizzare. Tanti pesaresi sembrano desiderare un cambiamento. Paolo Borsellino sosteneva che il cambiamento si fa dentro la cabina elettorale, con la matita in mano. Aiutiamo Matteo Ricci a risolvere il rebus di una città che ha bisogno di tanto cambiamento.

 

* Candidato al Consiglio Comunale nella lista “Solidarietà – Liberi x Pesaro”

 

 

Un commento to ““Il rebus delle urne: Matteo Ricci lo risolve””

  1. […] “Il rebus delle urne: Matteo Ricci lo risolve” sembra essere il primo su […]

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>