Sbk a Imola: Rea e la Honda beffano Guintoli e l’Aprilia all’ultimo secondo. Pronto nuovo regolamento. Supersport Cluzel super, Tamburini ottimo 5°

di 

10 maggio 2014

Un pilota nordirandese su una moto giapponese davanti a tutti nelle qualifiche della quarta prova del mondiale Sbk a Imola. JonathanRea ha conquistato la pole con la Honda. Il pilota nordirlandese non otteneva la pole position dal round portoghese del 2011 e, grazie alla performance odierna, porta a 45 il numero di pole conquistate da Honda nella competizione. Il rimpianto per noi e che sono ormai passati i tempi in cui un pilota italiano, su una moto italiana, vincevano nel mondiale delle derivate di serie.

Rea ha chiuso davanti a Guintoli e Giugliano: la cosa non gli riusciva dal 2011. Con loro il grande Giacomo Agostini

Rea ha chiuso davanti a Guintoli e Giugliano: prima pole dal lontano 2011. Con loro il grande Giacomo Agostini

Ma i tempi cambiano e Max Biaggi ha smesso di correre e, anche se lunedì torna in pista al Mugello (come anticipato ieri su una Art Aprilia) è evidente che lui e la moto di Noale, sono un binomio che in Sbk hanno lasciato un bel vuoto e certo il ritorno, come wild card a Misano a giugno, non può colmarlo.

Alle spalle di Rea, al secondo posto Guintoli che guida una Aprilia ma è francese. Per lui la beffa di essere stato superato da Rea negli ultimi istanti della Superpole. Per fortuna che a chiudere la prima fila, col terzo tempo, ci sono Giugliano e la rossa Ducati.

Giugliano ha conquistarto un ottimo terzo posto

Giugliano ha conquistarto un ottimo terzo posto con una Ducati finalmente concreta

Una Ducati che va e che piazza anche Davies al quarto posto, quinto un Melandri che ancora fatica con l’Aprilia: “Ho fatto un paio di errori nel giro buono – ha detto il ravennate – altrimenti avrei potuto piazzarmi meglio. Ma la gara sarà dura per tutti e io me la voglio giocare>.

Solo sesto il campione del mondo in carica, Sykes, settimo il suo compagno di squadra alla Kawasaki, Baz.

Bravo al nono posto posto Canepa, bene il “vecchio leone” Ivan Goi 13°, molto bene la esordiente Bimota che si piazza con Badovini al 16° posto, non male per il sofferente Scassa ( ancora dolorante per il brutto incidente in Australia) 17° con la Kawasaki del team Pedrercini, ventesimo Fabrizio all’ultima gara in sella alla moto del team Gorrini.

Nel frattempo,FIM, Dorna e MSMA hanno informato che, a seguito di numerosi incontri con tutti i soggetti coinvolti, è stata raggiunta l’intesa sulla struttura del regolamento tecnico Superbike. Il nuovo regolamento verrà applicato progressivamente, a partire dal 2014, in tre fasi.

Obiettivo principale è la riduzione dei costi e, più precisamente, la definizione di un tetto massimo di spesa per le moto e i componenti, che verrà abbassato annualmente, nei prossimi 3 anni. Tale costo diminuirà di molto rispetto a quello attuale. Verrà fissato inoltre un limite al numero di motori utilizzabili da ogni pilota nell’arco della stagione. Gli elementi presi in considerazione per la riduzione dei costi sono sospensioni, freni ed rapporti del cambio.

Le case costruttrici presenti nel Campionato Mondiale FIM Superbike hanno concordato di avere un numero minimo di moto con il medesimo livello di elaborazione, disponibili per la vendita o leasing. Una bozza del nuovo regolamento tecnico verrà presto resa pubblica.

Il francese Cluzel daanti a Sofuoglu oggi nella pole per la Supersport: bravi Tamburini 5° e Rolfo 10°

Il francese Cluzel daanti a Sofuoglu oggi nella pole per la Supersport: bravi Tamburini 5° e Rolfo 10°

In Supersport, pole per il francese Cluzel con la bellissima Mv Agusta, quindi il turco Sofuoglu, a chiudere la fila il nostro Zanetti con la Honda.

Buon quinto il riminese Tamburini, 10° Rolfo, 13° Menghi, sfortunato il pesarese Baldolini fermo ai box per noie tecniche

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>