Ecco il nuovo stadio Benelli: 7000 posti, investimento da 5 milioni di euro. Ma su Fb i tifosi ci credono poco…

di 

12 maggio 2014

Lo stadio Benelli che verrà...

Lo stadio Benelli che verrà…

PESARO – L’assessore allo Sport Enzo Belloni, candidato con la lista Civica Una città in Comune, ha presentato questa mattina il progetto di restyling dello Stadio Benelli. Dopo essere stato annunciato nei giorni scorsi, durante la cena sociale della Vis Pesaro, oggi si è entrati nei particolari: investimento per 5 milioni di euro, rettangolo di gioco centrale confermato nelle dimensioni (è tra i più grandi della regione) e nella posizione, con la creazione di un altro campo a 11 dietro una porta e un altro campo a 8 dietro l’altra. Nell’intervento, che sarà portato avanti a step e che prevederà una modulabilità per quanto concerne la capienza, è compreso anche il rifacimento dello campo da gioco Supplementare che dovrebbe essere interamente dedicato alle giovanili e che, a livello sotterraneo, dovrebbe vedere la realizzazione di uno parcheggio da 260 posti auto. Saranno ristrutturati gli spalti che potranno arrivare fino a 7000 posti complessivi e che avranno un’area commerciale di 1800 metri quadrati. E i soldi? Saranno in parte trovati vendendo gli spazi commerciali, parcheggi e self storage (in pratica dei magazzini) che nasceranno sotto e ai lati degli spalti. La gestione, insieme agli altri impianti cittadini di prima fascia, andrebbe a un nascente consorzio delle società sportive che così potrebbero creare una “banca dello sport pesarese”. Su Fb, nel pomeriggio, è scoppiato però lo scetticismo di molti tifosi vissini evidentemente scottati da anni di immobilismo spezzato, solo pochi mesi fa, dall’abbattimento delle barriere nel settore Prato.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>