Fano-Grosseto, il viceministro Nencini assicura: “I tempi si accorciano ulteriormente”. E poi lancia la volata a Massimo Seri

di 

16 maggio 2014

FANO – “I tempi si accorciano ulteriormente rispetto alle previsioni. Per la ‘due mari’ abbiamo fatto un buon lavoro”. Lo ha detto a Fano il viceministro delle Infrastrutture e dei trasporti Riccardo Nencini, che in una conferenza stampa con la senatrice Pd Camilla Fabbri e il candidato a sindaco di Fano Massimo Seri ha fornito i dettagli della società pubblica di progetto sulla E-78 Fano Grosseto, siglata tra Anas e le regioni Marche, Toscana e Umbria, lo scorso 8 maggio al Ministero dei Trasporti a Roma.

“Avevamo previsto inizialmente un tempo massimo di 12 mesi per i bandi di gara, ma si chiuderà entro la fine di quest’anno. Il contributo di Camilla – aggiunge Nencini riferendosi alla senatrice Fabbri – è stato importantissimo per riprendere il percorso sulla realizzazione della Fano-Grosseto, che era fermo da anni. L’impegno per questa infrastruttura era una delle nostre priorità, perché con il completamento dei lavori si faciliteranno gli spostamenti dei cittadini e si semplificherà il transito del trasporto merci. E’ un’opera strategica perché collega l’Adriatico con il Tirreno e interessa tutto il centro Italia” ha aggiunto il vice ministro. Nencini, che per sostenere la candidatura di Seri a Sindaco di Fano, aggiunge:  “Massimo è un amministratore straordinario che ha già dato prova di amore verso questo territorio. Alle primarie è stato scelto come candidato del centrosinistra con un ampissimo consenso. Darà un prezioso contributo per il buon governo della città”.

Scarica le dichiarazioni complete rilasciate in conferenza dal viceministro Riccardo Nencini e dal candidato sindaco Seri.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>