Micheletti (M5S) e l’eccellenza negata

di 

16 maggio 2014

Maurizio Micheletti (Movimento 5 Stelle Pesaro)

Maurizio Micheletti (Movimento 5 Stelle Pesaro)

Maurizio Micheletti*

PESARO – Anche oggi leggiamo sui giornali l’ennesimo assalto della Provincia alla cultura pesarese.

L’Istituto Tecnico Agrario A. Cecchi di Pesaro è da sempre un’eccellenza didattica di cui la città può essere orgogliosa. Attira studenti da tutta la Provincia e dalle regioni limitrofe grazie all’alto livello di preparazione dei suoi docenti; alla specializzazione dei suoi laboratori; alla bellezza di Villa Caprile circondata da giardini come solo una volta a Pesaro si progettavano; da un bosco di straordinario splendore. Ogni anno le iscrizioni degli studenti  aumentano ed in una città normale questo sarebbe considerato un successo o un vanto, da noi, invece, qualcosa di cui liberarsi.

La Provincia intende privare la scuola di un terreno di quattro ettari senza minimamente considerare il danno che arreca alla scuola. Di fatto il tutto equivale a: bruciare i libri, togliere le lavagne agli studenti e privarli dei quaderni su cui scrivere. Ma tutto questo non sembra avere importanza perché l’unica cosa che conta è quella di coprire i danni che il Presidente della Provincia ha creato durante il suo mandato. Bisogna vendere per far sì che i buchi di bilancio vengano colmati.

La stessa persona che ha reso la Provincia un colabrodo, ora vuole provare a ripetersi anche con la città, puntando alla cattedra di sindaco.

Dal canto suo, il Direttore generale, Sig. Marco Domenicucci ha promesso, in alternativa, un terreno di sei ettari nelle vicinanze, sarà solo propaganda elettorale? Ma allora perché non lasciare quello di quattro ettari già in uso dalla scuola? Sappiamo perfettamente che una volta “espropriato” l’unica certezza sarà un appezzamento di terreno in meno per gli studenti.

Ho studiato personalmente per cinque anni in questa scuola e la conosco bene tanto da poter affermare che un terreno, che per qualcuno rientra nelle solite logiche di profitto, per l’istituto è terreno di studio e di sperimentazione, è una lavagna naturale coperta dal cielo. Mi ricordo il fascino delle lezioni all’aperto toccando con mano la natura che ci circonda, dove il professore di turno sembrava Socrate con i suoi allievi, troppo bello per essere vero, ma è reale perché l’ho vissuto sulla mia pelle.

I nostri amministratori sembrano accanirsi in modo particolare sulla cultura e sull’ambiente, materie di cui hanno dimostrato, in più di un’occasione, di non saperne nulla.

Oltre al danno causato all’istituto tecnico Agrario, i nostri amministratori si sono accaniti sul progetto delle dune di sabbia di Baia Flaminia ed ancora non ci hanno dato una risposta sullo smantellamento del Centro Floristico delle Marche, altro fiore all’occhiello che stanno tentando di distruggere.

I cittadini vogliono delle risposte, ora, e non dopo la fine della campagna elettorale. Vogliamo sapere perché l’Istituto Tecnico Agrario verrà reso monco di una sua parte fondamentale per lo studio, vogliamo sapere perché i nostri amministratori sono così ostili alla cultura e all’ambiente.

Siamo stanchi di subire l’incompetenza di chi ci governa, sommando danni su danni di cui la nostra città potrebbe tranquillamente fare a meno. Basta fare pagare ai cittadini.

Non oso pensare a quale scenario potremmo ottenere se invece di boicottare le nostre eccellenze riuscissimo ad esaltarle, a creare percorsi turistici didattico-ambientali, se fossero pubblicizzate a dovere.

E’ ora di cambiare strada, è ora di cambiare amministrazione visto che hanno avuto più di sessant’anni per fare, ma invece pensano solo a distruggere e creare profitto, chiudono un buco creandone un’altro.

Noi del Movimento 5 Stelle di Pesaro siamo pronti, è giunta l’ora che i cittadini si riprendano ciò che gli appartiene, è ora che i cittadini salvaguardino ciò che è loro di diritto.

*Candidato consigliere del Movimento 5 Stelle Pesaro

Un commento to “Micheletti (M5S) e l’eccellenza negata”

  1. […] Micheletti (M5S) e l’eccellenza negata sembra essere il primo su […]

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>