Giro d’Italia, il livornese Ulissi conquista Carpegna nel ricordo di Pantani: “Boja de’, che salita”. Cadel Ewans nuova maglia rosa

di 

17 maggio 2014

Ulissi in dirittura d'arrivo a Montecopiolo

Ulissi in dirittura d’arrivo a Montecopiolo

MOTECOPIOLO – Esplosivo. Super. Fenomenale. Perfetto. Chirurgico negli ultimi 500 metri. Diego Ulissi fa il bis, dopo la  vittoria di Viggiano,  e vince anche la tappa “pesarese” del Giro d’Italia (Foligno – Montecopiolo, 179 km) in uno dei suoi tratti più duri: il Cippo di Carpegna, una vetrina mitica per chi ama il ciclismo e non dimentica Pantani che aveva trasformato questa salita nel suo ufficio.

 

“Una salita molto lunga – ha commentato Ulissi – anche se con strappi finali adatti alle mie carattaristiche. E’ stata giusta la scelta del 52 nonostante le gambe che alla fine mi esplodevano. Sono incredulo”.

 

Il toscano Diego Ulissi, 24 anni, in forza alla Lampre-Merida, ha così vinto l’ottava tappa del Giro d’Italia. Maglia rosa Cadel Evans, 37 anni, australiano della Bmc. Dietro Ulissi, il croato Kiserlovksi e l’olandese Wilco Kelderman. Cancellato Michael Matthews dopo sei giorni in maglia rosa: la Carpegna non lo ha perdonato.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>