Vaccini sì o vaccini no? A Pesaro un convegno molto partecipato e… “movimentato”

di 

17 maggio 2014

Vaccini, l'altra veritàPESARO – Vaccini sì o vaccini no? Un dubbio amletico che affligge milioni di genitori. Un dibattito aperto tra coloro che sostengono come l’obbligatorietà imposta da una legge che comunque sta cambiando sia giustificata e chi – e a dire il vero sono sempre di più – si pone delle domande connesse a rischi più o meno provabili.

Per comprendere l’attualità della tematica bastava passare ieri sera per via Gramsci. Poco dopo lo sbarco pesarese del premier Renzi, nella sala del consiglio provinciale non c’era spazio nemmeno per uno spillo, tant’è che gli inservienti dell’ente hanno dovuto aprire pure la magnifica sala Adele Bei ed accendere il proiettore. Seguitissimo il convegno dal titolo “Vaccini, l’altra verità” il cui semplice patrocinio dell’amministrazione provinciale aveva scatenato qualche polemica a priori da parte di un’associazione di pediatri che lamentava soprattutto la mancanza di un contraddittorio.

Un'affollatissima sala del consiglio provinciale

Un’affollatissima sala del consiglio provinciale

E lì, in prima fila, una rappresentanza agguerrita di pediatri, che ha provato in maniera non sempre ortodossa, cioè interrompendo gli interventi dei relatori, a far valere le proprie posizioni pro-vaccini. Infastiditi l’avvocato Roberto Mastalia, vicepresidente del Comitato Montinari Umbria nonché esperto in indennizzo danni vaccinali, e il dottor Gerardo Rossi, medico e direttore scientifico del Mineral test, oltre che esperto in intossicazione da metalli pesanti ed epigenetica. Entrambi, comunque, hanno ricevuto largo consenso in una platea di genitori – pesaresi e non – in cui il ragionevole dubbio sta sempre più prendendo corpo.

Non sono mancati i momenti di tensione dialettica tra le parti, ma forse era normale vista la delicatezza della materia. In qualsiasi modo uno la pensi, il consiglio – l’unico che si può dare – è quello di informarsi e scegliere consapevolmente. Poiché è vero che non si hanno certezze circa l’insorgenza di patologie anche invalidanti al massimo causate dalla somministrazione di vaccini in epoca neonatale e anche dopo, ma non è provato scientificamente nemmeno il contrario, e cioè che siano assolutamente innocui in esserini che hanno visto la luce da pochi mesi.

3 Commenti to “Vaccini sì o vaccini no? A Pesaro un convegno molto partecipato e… “movimentato””

  1. francesco scrive:

    il ragionevole dubbio probabilmente in molti rimane. di certo è che c’è stato uno spettacolo al limite della maleducazione degli interventi dei pediatri presenti.
    chapeau alla libertà di pensiero
    “Disapprovo quello che dici, ma difenderò fino alla morte il tuo diritto a dirlo”
    Evelyn Beatrice Hall, The Friends Of Voltaire

  2. fernanda scrive:

    sono Fernanda Bartoli ho affrontato la battaglia per la liberta’ di vaccinazione per lunghi dieci anni per i miei figli e per tutti gli altri, era il lontano 1982, non li ho vaccinati e adesso loro non hanno vaccinato i loro figli, una generazione piu’ sana, sono orgogliosa e fiera di tutto quello che e’stato fatto,certo una scelta consapevole ed informata. Ma io che ho vissuto per dieci anni questa battaglia, allora aspra, perche’ non vaccinare era un reato penale, che ho conosciuto decine di famiglie straziate dalla morte dei propori figli dopo averli vaccinati, ancora oggi vorrei parlare singolarmente con ogni genitore che si appresta all’ambulatorio medico per la somministrazione e dirgli: ma sei informato di quello che stai per fare a tuo figlio?

  3. Liberi Dai Vaccini scrive:

    Beh, direi che è un’occasione in più per scegliere di NON vaccinare ! Se qualcuno avesse ancora dei dubbi….

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>