L’ex Hickman sul tetto d’Europa, Anosike a Strasburgo. Aspettando il nuovo n.1 della LegaBasket, ecco i playoff: i pronostici

di 

19 maggio 2014

La nostra Vuelle è ancora impegnata a chiudere i conti della stagione appena finita, pagando tasse e contributi nei tempi dovuti per farsi trovare completamente in regola ai controlli del 30 giugno e cercare di risparmiare l’ultima mensilità da versare ad O.D: Anosike, concedendogli il nullaosta per giocare le semifinali scudetto francesi con lo Strasburgo. Ma c’è ancora tanto spazio per il basket giocato con i playoff che prendono il via questa sera, mentre abbiamo ancora negli occhi lo spettacolo offerto dalle partecipanti alle Final Four di Eurolega milanesi, che hanno visto trionfare a sorpresa il Maccabi Tel Aviv, con un piccolo pezzo di Pesaro protagonista grazie a Ricky Hickman che 2 anni fa giocava le semifinali scudetto con la maglia della Scavolini.

 

Scavolini Siviglia-Avellino, Richard Hickman

Super Ricky Hickman nella foto Marco Giardini

Saranno playoff strani con un padrone già annunciato da tempo e la situazione della Montepaschi che rischia di esplodere da un momento all’altro, con lo spettro dei ricorsi che aleggia sullo svolgimento di questa postseason, ma la Legabasket è tutta impegnata nella sua guerra interna su chi succederà a Valentino Renzi dal 1 luglio, dopo la sacrosanta rinuncia da parte di Ferdinando Minacci che ha tolto ai presidenti l’imbarazzo di sfiduciarlo pubblicamente dopo averlo eletto nel mese di febbraio, ci sono due candidati forti, con il presidente di Brindisi Marino sostenuto dalle “big”, mentre le piccole spingono per l’elezione del varesino Cecco Vescovi.

Per adesso concentriamoci sui parquet delle otto invitate al ballo finale in questa prima settimana nella quale potremo gustarci una partita ogni sera sui canali di Raisport, con due match al giorno per dei quarti di finale che vedranno le formazioni impegnate ogni 48 ore con la formula del 2-2-1, ossia le prime due partite in casa della migliore classificata, la terza e l’eventuale quarta sul parquet di quella con il peggiore record e la quinta ovviamente con il fattore campo favorevole a chi si è meglio piazzata in regular season, poi dalle semifinali si giocheranno delle maratone lunghissime con le serie al meglio delle sette.

Anche quest’anno proviamo a dire la nostra su chi passerà il turno, con pronostici e una piccola analisi delle otto contendenti:

 

 

EMPORIO ARMANI MILANO (1° CLASSIFICATA) – GIORGIO TESI GROUP PISTOIA (8° CLASSIFICATA)

 

La squadra rivelazione di questo campionato si è guadagnata il diritto di allungare la stagione, giusto premio per una formazione che ha stupito tutti con il suo gioco veloce ed arioso e la sua difesa aggressiva, con un quintetto di americani che ha fatto dell’atletismo e del contropiede il suo marchio di fabbrica, ma Pistoia ha avuto in dono il peggior avversario che gli potesse capitare ed è consapevole del divario esistente con la corazzata milanese.

L’Emporio Armani dovrà rimanere concentrata senza pensare di aver chiuso la pratica ancora prima di giocare, perché a parità di impegno sul parquet, la differenza tra le due squadre è abissale e non potrebbe essere altrimenti quando puoi schierare campioni del calibro di Langford, Hackett, Moss e Samuels in un roster lungo e profondo a disposizione di coach Banchi, se per i due starting five la differenza è ancora accettabile, basta dare un’occhiata alle panchine per comprendere come Pistoia non abbia molte chance di sorprendere un’avversaria pronta ad arrivare fino all’ultimissimo atto di questi playoff.

 

IL DUELLO CHIAVE:

 

KEITH LANGFORD VS BRAD WANAMAKER:

 

Scontro stellare tra due giocatori del nostro miglior quintetto stagionale: Langford è una perfetta macchina da canestri in grado di esaltarsi con l’aumentare delle difficoltà, Wanamaker ha l’occasione di far vedere, anche a chi lo conosce superficialmente, i grandi progressi compiuti in questa stagione e sarà per lui un bel esame di maturità.

 

IL NOSTRO PRONOSTICO:

 

Onestamente non vediamo come la Giorgio Tesi Group possa impensierire l’Emporio Armani, troppo il divario tecnico e numerico tra le due formazioni, con Pistoia che cercherà di allungare la serie per dare un’altra soddisfazione al suo pubblico, ma non crediamo possa riuscirci: Milano – Pistoia: 3-0

 

 

MONTEPASCHI SIENA (2° CLASSIFICATA) – GRISSIN BON REGGIO EMILIA (7° CLASSIFICATA)

 

Dovrebbe essere il più equilibrato e il più spettacolare quarto di finale tra due formazioni che esprimono un bel basket sia dal punto di vista offensivo che difensivo. Siena dovrà trovare il modo di isolarsi da tutti i problemi creati dall’ “operazione Timeout” e concentrarsi solamente su quello che accadrà sul parquet, dove la Montepaschi può ancora tranquillamente dire la sua non solo per il passaggio del turno, il materiale umano a disposizione di coach Crespi rimane di prim’ordine, partendo dall’esperienza di Ress e Ortner, passando per la classe di Josh Carter e Marques Haynes e finendo con la freschezza atletica di Erick Green e David Cournooh, ma dall’altra parte Reggio Emilia è la nostra mina vagante di questi playoff per il suo modo spensierato di intendere la pallacanestro con un allenatore come Menetti capace di insegnare il basket come se fosse un divertimento. Andrea Cinciarini è il condottiero di questa Grissin Bon che può contare sul talento di White e sull’esperienza di Kaukenas, senza dimenticare la coppia di lunghi composta da Cervi e Brunner che possono fare sempre grossi danni agli avversari.

 

IL DUELLO CHIAVE:

 

JOSH CARTER VS. JAMES WHITE

 

Spettacolo ad alta quota tra due ali piccole dai polpacci d’acciaio in grado di esaltarsi in giocate spettacolari e contropiedi micidiali, Carter ha sorpreso per la sua continuità durante la stagione, giocata sempre ad un ottimo livello, ma anche White si è concesso poche pause e nei playoff può far valere la sua esperienza in Nba.

 

IL NOSTRO PRONOSTICO:

 

Gara uno potrebbe essere la chiave della serie con Reggio Emilia pronta a fare lo sgambetto alla pluridecorata Siena, saranno partite equilibrate dove i particolari faranno la differenza, la Montepaschi punterà ad allungare la serie fino a gara cinque dove sarebbe la logica favorita, ma la Grissin Bon ha tutte le carte in regola per chiudere la serie in quattro partite: Siena – Reggio Emilia: 1-3

 

 

ACQUA VITASNELLA CANTU’ (3°CLASSIFICATA) – ACEA ROMA (6° CLASSIFICATA)

 

Riuscirà a Roma a violare il Pianella imbattuto dall’inizio del campionato? Difficile. L’Acea non è la squadra più in forma del lotto e difficilmente riuscirà a ripetere l’exploit degli scorsi playoff quando arrivò sorprendentemente in finale, coach Dalmonte può disporre di uno starting five di tutto rispetto dove Josh Mayo e Phil Goss sono le punte di diamante di un quintetto che può contare anche sul talento di Quinton Hosley, ma sarà il centro nigeriano Mbakwe l’ago della bilancia, perché la sua esuberanza fisica può essere la chiave per scardinare la difesa canterina, l’Acqua Vitasnella sta giocando come vuole il suo allenatore, con tanta difesa e la ricerca del tiro immediato dopo aver sapientemente fatto muovere il pallone, coach Sacripanti sa di avere una squadra a trazione anteriore dove Ragland e Jenkins riescono a trascinare i compagni nei loro micidiali contropiedi e si aspetta molto da Aradori e Stefano Gentile, con il giovane Abass (classe ’93) che potrebbe essere una delle sorprese di questi playoff.

 

IL DUELLO CHIAVE

 

JOE RAGLAND VS JOSH MAYO

 

Sfida tra due “piccoli” che si affronteranno a viso aperto con il loro gioco fatto di penetra e scarica per coinvolgere i compagni senza trascurare la soluzione personale, bravi nell’arresto e tiro dai quattro metri, Ragland si fa preferire per una visione di gioco da vero playmaker, ma l’ex sutorino Mayo è capace di infiammarsi in qualsiasi momento, facendo girare la partita a suo favore.

 

IL NOSTRO PRONOSTICO:

 

Il Pianella di Cantù nei playoff diventa ancora più incandescente e i primi caldi saranno un fattore da non sottovalutare. L’Acqua Vitasnella è la naturale favorita della serie anche perché Roma non ha mai dato l’impressione durante questa stagione di poter ambire ad uno dei primi quattro posti, se Cantù andrà sul due a zero non crediamo troppo nella rimonta romana: Cantù – Roma 3-1

 

 

BANCO DI SARDEGNA SASSARI (4° CLASSIFICATA ) – ENEL BRINDISI (5° CLASSIFICATA)

 

Le due squadre si sono incontrate nell’ultima giornata di regular season e i venti punti presi dall’Enel non sono di buon auspicio per una Brindisi che sembra in piena crisi con una sola vittoria negli ultimi cinque turni, i pugliesi dopo un grande girone d’andata nel quale sono stati anche primatisti solitari, hanno accusato un vistoso calo di forma e coach Piero Bucchi avrà le sue belle difficoltà a ricompattare il gruppo, il talento non si può discutere quando hai giocatori del calibro di Jerome Dyson e Delroy James, ma è sotto canestro che l’Enel sembra avere problemi irrisolvibili con i soli Zerini e Todic a presidiare l’area, poco aiutati da David Chiotti.

Anche Sassari ha i suoi problemi da risolvere, con la solita difesa morbida che non tranquillizza coach Sacchetti, consapevole di dover alzare l’intensità difensiva dei suoi se vorrà fare strada in questi playoff, i cugini Diener sono sempre i pericoli pubblici numero uno in un Banco che ha vissuto l’esplosione di Caleb Green e la conferma di Omar Thomas e che dovrà spremere la sua panchina per non stancare troppo i titolari.

 

IL DUELLO CHIAVE

 

TRAVIS DIENER VS JEROME DYSON

 

Stagione leggermente sottotono per Travis che ha sofferto la concorrenza interna con Marques Green che gli ha tolto spazio e minutaggio, ma nei playoff farà valere tutta la sua esperienza messo di fronte al miglior penetratore del campionato, con Dyson che lo attaccherà ad ogni occasione per metterlo in difficoltà a caricarlo di falli.

 

IL NOSTRO PRONOSTICO:

 

Non crediamo che sarà una serie che vi terrà incollati al divano di casa, con Brindisi che cercherà in extremis di risollevarsi e Sassari che farà di tutto per chiudere la serie il prima possibile, attenzione alla pressione dei favoriti se si arriverà alla quinta, ma crediamo che il Banco liquidi la pratica con largo anticipo: Sassari – Brindisi 3-1

 

Appuntamento tra una decina di giorni per le semifinali, sperando di aver azzeccato qualche pronostico.

 

 

 

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>