Adescava ragazzine su Facebook: 6 anni per l’imprenditore-pedofilo

di 

20 maggio 2014

ANCONA – Un giudice del tribunale di Ancona ha condannato con rito abbreviato a 6 anni di detenzione un piccolo imprenditore del Pesarese. L’accusa, infamante, è detenzione di materiale pedopornografico e violenza sessuale aggravata. L’uomo avrebbe adescato tramite Facebook, il social network più utilizzato, 23 ragazzine in tutta Italia, facendo loro credere di essere una donna poco più grande di loro.

Il giudice – rivela la versione online del Carlino – ha anche previsto una provvisionale di 10mila euro per ciascuna delle 5 vittime costituitesi parte civile.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>