Bellucci ha pronto un piano di riorganizzazione del segretariato sociale del Comune

di 

20 maggio 2014

Pierpaolo Bellucci*

PESARO – Ho un piano per riorganizzare il segretariato sociale del Comune di Pesaro, nell’ottica di dare risposte più efficaci all’utenza sempre maggiore. Innanzitutto, la dislocazione delle assistenti sociali nelle sedi dei Quartieri per avvicinare il Comune ai territori e alle esigenze della popolazione residente. Negli uffici centrali di via Mameli deve rimanere solo un nucleo di coordinamento presidiato dal dirigente competente, le posizioni organizzative (ovvero i responsabili dei singoli settori) e l’assessore. Ad ogni richiesta di aiuto andrà data una risposta, positiva, negativa o interlocutoria (con relativa motivazione) entro una settimana, con risposta definitiva in seguito alla Commissione Mista che si tiene con cadenza almeno mensile. La parte politica che guiderà i Servizi sociali dovrà organizzare – servendosi delle prefessionalità interne e delle risorse umane impegnate nel volontariato – un corso per operatori di strada che formi cittadini sensibili all’aiuto consapevole delle situazioni di disagio che si trovano al fianco. Questi “operatori volontari” saranno dotati di relativa certificazione da parte del Comune in modo che possano essere facilmente riconoscibili nel loro operato. Nella sede dell’assessorato e nel portale tematico che i Servizi sociali dovranno creare (leggibile e facilmente accessibile) dovrà essere pubblicata e aggiornata la graduatoria delle case popolari, affiancata da una mappa di tutti gli appartamenti di proprietà dell’Erap e del Comune dislocati nel territorio comunale. Finora ho parlato solo di Pesaro, ma andrà rafforzata, attraverso riunioni più frequenti e strategie politiche condivise (grazie al lavoro dell’Ambito Territoriale Sociale) la gestione associata delle politiche sociali tra Pesaro, Gradara, Gabicce, i Comuni dell’Unione Pian del Bruscolo e Mombaroccio. I premi di produttività ai dirigenti e ai funzionari comunali che lavorano nell’assessorato alle Politiche sociali andranno conferiti sulla base di un coefficiente che determini il grado di risposta positiva (valutando la risposta non solo in termini economici ma anche di rete di progetto creata) data ai singoli utenti. Infine, il primo passo sarà un aggiornamento professionale delle assistenti sociali dedicate al settore della povertà, con corsi di formazione e la relativa procedura di riorganizzazione. E questo è solo l’inizio.

P.S. Invito a visionare il video-documentario sulla “Pesaro invisibile” pubblicato su YouTube all’indirizzo: http://youtu.be/RCdNOcu-YTM

*Candidato in Consiglio comunale con la lista “La Sinistra”

 

Un commento to “Bellucci ha pronto un piano di riorganizzazione del segretariato sociale del Comune”

  1. […] Bellucci ha pronto un piano di riorganizzazione del segretariato sociale del Comune sembra essere il primo su […]

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>