Cultura e giovani, Carloni pensa al rilancio economico

di 

21 maggio 2014

Francesco Cecchini, 25enne in lista con Carloni

Francesco Cecchini, 25enne in lista con Carloni

FANO – In questo particolare momento socio politico si è persa sempre di più la fiducia nelle istituzioni e nei politici pur essendo loro la testa del nostro paese.

Le tematiche più calde d’altronde sono proprio il lavoro e i giovani che hanno sempre più difficoltà a potersi garantire una stabilità essenziale per uno sviluppo personale e collettivo.

La chiave di svolta secondo Mirco Carloni non è solamente legata a dei progetti eterei ma a piani concreti per poter risolvere questo disagio con iniziative facilmente realizzabili e concrete.

Parte del suo programma è stato sviluppato con alcuni dei ragazzi della sua lista e si è dato vita a un programma di perfetta collaborazione tra giovani e persone con una maturità tale da poter rendere i progetti non solo frutto di un analisi accurata ma sviluppati con concretezza e serietà.

Secondo Francesco Cecchini, venticinquenne candidato nella lista civica La cosa giusta, la vera chiave di svolta per la città sarà legata ad eventi culturali e interazione tra pubblico e privato con progetti che permettano di incrementare l’affluenza turistica nella città di Fano.

La sua scelta di candidarsi con Mirco Carloni è stata un esempio di impegno e contributo per poter rilanciare sui fronti dell’arte e del turismo la cittadine con progetti ambiziosi e realizzabili con dei costi ridotti ideati per poter coinvolgere attività locali e giovani per poter procedere verso un percorso di pianificazione e sviluppo dell’economia locale.

Dichiara Francesco Cecchini “dopo i miei studi a Milano e importanti collaborazioni ho deciso di tornare nella mia città natale, ma nonostante io non creda nei politici vecchio stampo credo che l’unica persona che possa veramente creare un percorso singolare per Fano è Mirco. Non posso sopportare che i miei coetanei debbano abbandonare la loro città per lavorare o per trascorrere una bella serata. L’intrattenimento intelligente deve tornare a Fano e creare progetti validi può portare turismo e occupazione. L’interdipendenza dei vari settori economici se si muoverà sinergicamente riporterà Fano all’unicità che l’ha contraddistinta in passato. E’ giunto il momento che la mia generazione porti il suo contributo facendo tesoro del passato e collaborando con idee nuove e con coloro che hanno capacità e intelligenza per poterle trasformare in nuove realtà”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>