Vallefoglia 2014-2024: “Con Dionigi e Brizi per cambiare il vecchio modo di far politica”. Stasera festa chiusura con il concerto de “Le Strade” in piazza della Repubblica

di 

23 maggio 2014

Vallefoglia 2014-2014 (popolo delle primarie)

VALLEFOGLIA – Dobbiamo essere grati a Dionigi, Brizi e a tutte le ragazze ed i ragazzi, le donne e gli uomini della lista nr.1 perché hanno portato in questa campagna elettorale per le elezioni per il Sindaco del Comune di Vallefoglia, con un programma ben preciso, una ventata di novità e freschezza contro il pessimismo cosmico dei grillini, contro gli slogan facili, e l’alleanza d’interessi politici, grigia, triste e anche un po’ stantia, della lista Ucchielli.

Mai come in questo caso c’è uno scontro, una differenza abissale tra nuovo e vecchio schema politico.

Con Andrea Dionigi si afferma un nuovo modo di governare, si portano in campo novità e competenza, con Ucchielli non è ravvisabile niente di tutto questo. Nessun programma ma solo la somma delle varie correnti politiche da sinistra verso destra, dal Pd a Forza Italia, con i posti già garantiti e segnati. Un vecchio schema, utilizzato per la paura del confronto delle primarie: non scegliere su diversi programmi ma mettere tutti insieme a spartire le poltrone. A livello programmatico è stata fatta un po’ di kermesse (capannoni scenografici), cene e aperitivi, e molta demagogia (cantieri fasulli).

Andrea Dionigi invece, con molta umiltà ma anche con molta preparazione, pagandosi la campagna elettorale di tasca propria,  ha parlato di quel che serve e servirà a Vallefoglia, con il taglio di chi è abituato a dare soluzioni ai problemi e non solo ad annunciarli, ha sancito la fine del politico tuttologo …che poi produce danni. Ha parlato di un nuovo modello di sviluppo, che mette al centro le persone e la cultura e non il cemento, il sapere e la sostenibilità, la trasparenza e la partecipazione. Un bel salto di qualità. Il PD locale ed i suoi alleati, purtroppo, invece che affrontare tramite le primarie una sfida sulle idee e sugli uomini, hanno preferito mettere insieme solo portatori di consenso, persone che fino al 31 dicembre erano “l’un contro l’altro armati”. Ma tanto è che la paura di perdere e la passione per una poltroncina assicurata può fare scoccare anche l’amore più strano……..

Eppure sono lontani dai problemi (che siano quelli di cerca lavoro o che siano quelli delle donne vittime di stalking): nessuna passione in tal senso. D’altronde chi guida quel gruppo sono persone che vivono garantite dietro vitalizi e ottimi stipendi pubblici, che ne sanno della fatica di vivere con una pensione al minimo, che ne sanno di cosa vuol dire tenere aperta una partita iva, una piccola azienda?

A chi ci ha definito “traditori”, noi che siamo democratici, progressisti e sostenitori del centrosinistra, ricordariamo che i traditori sono loro e con loro quelli che votando Ucchielli votano Forza Italia e Silvio Berlusconi, …un vero inciucio di paese.

A chi ci ha definito “codardi”, diciamo semplicemente che noi la faccia ce l’abbiamo messa ed il coraggio pure, abbiamo rifiutato le vostre offerte politiche e le vostre misere postazioni e abbiamo scelto il confronto e siamo andati avanti, abbiamo accettato una sfida che si può vincere, voi no…vi siete accodati.

Il voto di domenica 25 maggio è un voto utile, utile al cambiamento, utile a Vallefoglia.

Ricordiamo stasera, venerdì 23 maggio ore 21:30, Piazza della Repubblica (Montecchio)
Concerto Live “LE STRADE” & “T.N.T.” e buffet per tutti gli intervenuti

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>