L’Italvolley concede il bis, il Brasile s’arrende ancora ai ragazzi di Mauro Berruto

di 

24 maggio 2014

Gli azzurri s’abbracciano dopo il punto decisivo (Foto Fivb)

Gli azzurri s’abbracciano dopo il punto decisivo (Foto Fivb)

PESARO – L’Italia del volley, che non vinceva in Brasile da undici anni, in soli due giorni ha obbligato alla resa la squadra di Bernardinho, la numero uno del ranking mondiale, davanti a Russia e, appunto, Italia. Un’Italia che ha saputo imporsi al cospetto di una Nazionale che allinea campioni quali Bruno, palleggiatore di Modena del coach fanese Angelo Lorenzetti, Raphael, già regista dell’invincibile Trento, Vissotto, anch’egli protagonista nel campionato italiano, e Murilo, marito di Jacqueline Carvalho, campionessa d’Italia con la Scavolini Robur Pesaro.

Dopo il 3-1 con cui gli azzurri hanno vinto la gara di apertura della World League 2014, si ipotizzava una grande reazione dei brasiliani. E invece è stata subito la formazione allestita da Mauro Berruto a menare le danze. Gli azzurri – trascinati da Ivan Zaytsev (7 punti con 6 attacchi e 1 muro) – hanno dominato il primo set, tenendo la squadra di casa a 17 punti.

La reazione è arrivata nel secondo parziale, quando il Brasile, con papà Bernardinho che aveva lasciato in panchina il figlio Brno, affidandosi a Raphael in cabina di regia, ha recuperato dal 18-20, chiudendo ai vantaggio (26-24).

Nel momento più difficile della doppia trasferta, l’Italia si è aggrappata alla classe di Travica e all’inarrestabile Zaytsev (18 punti dopo 3 set), chiudendo 25-23 e riportandosi in vantaggio nel conto set.

Il Brasile ha provato a credere nel tie-break, ma l’Italia ha chiuso tutte le porte e ritorna a casa con una doppia vittoria che non solo fa classifica, ma dà grande fiducia nel prosieguo della World League, le cui finali sono in programma a Firenze.

Il tabellino della partita giocata alle ore 10 locali nell’Arena JaraguA! di Jaraguà Do Sul:

BRASILE – ITALIA 1-3
BRASILE: Bruno 1, Sidao 9, Vissotto 5, Murilo, Theo 15, Lucarelli 16, Felipe (L), Gustavo, Lucas 11, Mauricio 9, Mario (L), Raphael. All. Bernardinho
ITALIA: Kovar 13, Parodi 13, Vettori ne, Rossini (L), Zaytsev 23, Buti, Travica 2, Piano 9, Birarelli 8. N.E. Baranowicz, Sabbi e Randazzo. All. Berruto
ARBITRI: Ilkiw (Can) e Cespedes (Dom)
PARZIALI: 17-25; 26-24; 23-25; 20-25 in 114 minuti
STATISTICJE DI SQUADRA: Brasile 5 battute vincenti, 6 muri; Italia 6 battute vincenti, 14 muri

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>