Passaggi Festival: le parole ai confini del mare e il “libro dell’acqua”

di 

29 maggio 2014

Passaggi FestivalFANO – “Parole ai confini del mare”: è questo il tema della seconda edizione del Passaggi Festival che si aprirà mercoledì 18 giugno nel centro storico di Fano e sarà ospitata fino a domenica 22 negli spazi di Memo Mediateca Montanari, Chiostro delle Benedettine, Chiesa di San Domenico.

“E’ un tema evocativo ed emozionale – spiegano Claudio Novelli e Giovanni Belfiori, rispettivamente direttore culturale e ideatore della manifestazione letteraria – che si accorda con la sede del festival, Fano. Le grandi personalità della cultura, della politica, del giornalismo, dell’enogastronomia che verranno a Fano, troveranno il mare ad accoglierle, il mare come confine e orizzonte, ma anche come luogo concreto della storia sociale ed economica della città”.

Nuova anche l’immagine: dopo la barchetta di carta della prima edizione, quest’anno arriva il “libro d’acqua”. Spiega Elisabetta Duchi, art director di Omnia, agenzia che cura la comunicazione del festival: “Con questa immagine abbiano decontestualizzato il libro: dalla sua forma materiale di cellulosa alla forma liquida dell’acqua, sostanza primordiale e simbolo di vita, quella vita a cui danno senso proprio le parole e i saperi. Una porzione di Adriatico, popolata di creature marine, che, nella sua azzurra trasparenza, alleggerisce la materia, donandole la leggerezza dell’acqua; l’acqua, che può essere, come le parole, o terribilmente devastante o meravigliosamente generatrice”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>