A Montelabbate sarà una… “Domenica d’organo”

di 

31 maggio 2014

Il maestro Simone Baiocchi

Il maestro Simone Baiocchi

MONTELABBATE – Il primo giugno presso la chiesa parrocchiale di Montelabbate sarà ancora una volta “Domenica d’organo”. Protagonista di quest’ultimo appuntamento con la musica d’organo, prima della conclusione affidata alla corale parrocchiale, sarà il M° Simone Baiocchi che della rassegna è stato anche il direttore artistico.

Il programma musicale della celebrazione sarà completamente dedicato a Johann Sebastian Bach (1685-1750), in omaggio al compositore che più di ogni altro ha dedicato la propria esistenza alla liturgia, alla musica sacra e che certamente costituisce una delle figure più note e significative per il repertorio organistico.

La liturgia – che avrà inizio alle ore 11 – sarà introdotta dal Preludio corale “Wir glauben all’ an einen Gott” (Credo in un solo Dio), tratto dalla terza parte della Clavier-Übung. Si tratta di un brano di incredibile forza dove al tema fugato affidato al grand’organo è contrapposto il movimento del pedale che con il suo andamento deciso e distinto intende sottolineare la chiarezza e la verità della professione di fede.

La chiesa di SS Quirico e Giulitta di Montelabbate

La chiesa di SS Quirico e Giulitta di Montelabbate

All’offertorio sarà eseguito ilPreludio al corale BWV 630 “Heut’ triumphiret Gottes Sohn” (Oggi trionfa il Figlio di Dio), tratto dall’Orgelbüchlein e scritto da Bach per l’Ascensione del Signore di cui domenica ricorre proprio la solennità. Si tratta di un brano di grande impatto, noto anche come il “corale delle campane” poiché il movimento del pedale con i suoi caratteristici salti intende imitare lo scampanio del giorno di festa.

Durante la comunione si ascolterà un altro brano dell’Orgelbüchlein: il Preludio al corale BWV 622 “O Mensch bewein dein Sünde gross” (O uomo piangi il tuo grande peccato) che si caratterizza per la serenità che pervade tutto il suo svolgimento musicale.

Al termine della celebrazione, con la “Grande fantasia e fuga in sol minore” BWV 542, il M° Baiocchi darà voce al Bach delle monumentali pagine per “organo pleno”. In questo straordinario capolavoro organistico – scritto probabilmente nel 1720 sul tema di una canzone popolare olandese – i recitativi, le vaste e possenti sequenze d’accordi, i rapidi passaggi che caratterizzano lo svolgimento della prima parte cedono il posto ad una fuga dall’andamento brillante, il cui soggetto, dal carattere quasi violinistico, vivacizza tutti gli episodi dando origine ad una scrittura di grande virtuosismo.

Il maestro Simone Baiocchi si è diplomato presso il conservatorio “G. Rossini” di Pesaro in Composizione, Musica Corale e Direzione di Coro, Organo e Composizione Organistica. Ha frequentato corsi con docenti di fama internazionale tra cui Piero Bellugi, Roberto Marini, Michael Radulescu, Domenico Bartolucci. Dal 1991 al 2000 è stato organista e maestro del coro presso la Cattedrale di Pesaro. Ha diretto numerosi cori e orchestre, collaborando con i maestri Alberto Zedda, Domenico Bartolucci, Hubert Soudant, Guillaume Turnaire, Paolo Carignani, Vito Clemente. Nel 2006 ha costituito il Rossini Chamber Choir, il cui repertorio spazia dal ‘500 a oggi. Tiene attività concertistica in Italia e all’estero (Città del Vaticano, Francia, Ungheria, Repubblica Ceca, Repubblica Slovacca, Polonia, Brasile, Giappone). È autore di musica per coro, orchestra, formazioni cameristiche, musica sacra e musiche di scena per il teatro. Ha lavorato per TV2000 e Radio Vaticana. Fa parte del direttivo dell’Associazione Italiana Santa Cecilia: in più occasioni ne ha diretto le scholae cantorum alle celebrazioni papali in San Pietro. E’ direttore artistico del World Organ Day – Pesaro.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>