World League 2014, terza vittoria azzurra: Iran battuto 3-0

di 

31 maggio 2014

ITALIA-IRAN 3-0 (25-19 25-22 25-23)
ITALIA: Parodi 14, Birarelli 8, Travica 2, Kovar 15, Piano 5, Zaytsev 12. Libero: Rossini. Vettori 1. Non entrati: Maruotti, Saitta, Lanza, Buti,  All. Berruto.
IRAN: Seyed 9, Marouf 2, Ghaemi 7, Faezi 5, Mahmoudi 13, Ebadipour 3. Libero: Alizadeh. Ghafour, Gholami, Mobosheri, Mahdavi. Non entrati: Mirzajanpour. All. Kovac.
ARBITRI:  Casamiquela (Arg) e Perez Broche (Pur)
SPETTATORI: 6150. Durata set: 27, 27, 27
Italia: bs 13, a 6, mv 5, er 5.
Iran: bs 13, a 2, mv 9, er 4.

 

Al centro il dt Berruto, a destra il dottor Piero Benelli (Foto Fivb)

Al centro il dt Berruto, a destra il dottor Piero Benelli (Foto Fivb)

TRIESTE – Trieste ha risposto alla grande al richiamo degli azzurri e la squadra di Mauro Berruto l’ha ripagata con una prestazione convincente, battendo 3-0 l’Iran e portando a casa la terza vittoria in altrettante gare in World League.
6150 spettatori, moltissimi italiani tanti anche iraniani si sono divertiti in novanta minuti di buona pallavolo. un match equilibrato a tratti, ma sempre nelle mani azzurre, in quelle del regista Travica, preciso e lucido, ma anche e soprattutto di Simone Parodi che ha attaccato con il 73% (11/15), ricevuto all’84% (47% perfetto), difeso e battuto da autentico leader. bene anche Jiri Kovar che nonostante qualche momento di rilassatezza (ha subito 5 muri) è stato molto proficuo nel gioco italiano.
L’Iran, targato Kovac, al primo match nel torneo, ha cercato di tenere botta, ma con risultati relativi, finendo con il subire, sempre e costantemente le accelerazioni italiane.

Travica-Piano-Kovar, fantastici muro a 3 (Foto Fivb)

Travica-Piano-Kovar, fantastici muro a 3 (Foto Fivb)

Berruto è ripartito dal sestetto che avev a chiuso con la seconda vittoria in Brasile, Travica in regia, Zaytsev in diagonale, Birarelli e Piano al centro, parodi e Kovar di banda, Rossini libero. nel corso del match c’è stato spazio soltanto per Vettori, utilizzato al servizio in tutti i parziali.
Gli azzurri hanno giocato un primo set esemplare, per dedizione tattica, convinzione mentale, applicazione tecnica. L’Iran di Kovac ha cercato di contrastarli con le sue armi, un gioco abbastanza preciso in costruzione, finchè la ricezione ha tenuto, . Il punteggio è stato in equilibrio sino al 15-15 poi l’Italia ha preso il largo.
Nel secondo i persiani hanno rischiato di più in battuta e sono cresciuti parecchio a muro. hanno guadagnato anche tre lunghezze di vantaggio, poi ridotte a due sino al 20-18, quando la squadra di Berruto ha cambiato marcia, ha raggiunto la parità, poi ha allungato con personalità, chiudendo il parziale 25-22 con un ace di Luca vettori, utilizzato con ottimi frutti al servizio nel finale del parziale.
Dopo due set giocati con poche sbavature le squadre hanno accusato la fatica specialmente nel terzo in cui il gioco ha stentato a decollare, poi l’Italia ha allungato 18-15, l’Iran ha reagito e pareggiato 20-20, prima di subire il nuovo break azzurro fino al 25-23 finale.
Domani l’Italia si trasferisce a Verona, dove domenica si replica alle 20.00 al PalaOlimpia che si annuncia come il PalaTrieste pieno di entusiasmo azzurro.

Pool A: Brasile-Polonia 3-0 (25-23 29-27 25-19), 0-3 (24-26 26-28 21-25); Italia-Iran 3-0, 1/6 (Verona ore 20 differita su RaiSport2 dalle ore 22.30).
Classifica: Italia 6, Brasile e Polonia 3, Iran 0.
Pool B: Serbia-Russia 3-2 (25-20 25-17 22-25 19-25 15-13), 31/5.
Classifica: Stati Uniti 5, Serbia 3, Bulgaria 1, Russia 0.
Pool C: Canada-Finlandia 31/5, 1/6.
Classifica: Belgio 6, Australia, Canada e Finlandia 0.
Pool D: Francia-Giappone 31/5, 1/6. Argentina-Germania 31/5, 1/6.
Classifica:  Germania e Francia 5, Argentina e Giappone 1.
Pool E: Olanda-Corea del Sud 31/5, 1/6; Portogallo-Repubblica Ceca 31/5, 1/6.
Classifica: Olanda, Portogallo, Repubblica Ceca, Corea del Sud 0.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>