Di Battista a Fano assieme ad altri parlamentari pentastellati. E Omiccioli parla di parco e aeroporto

di 

3 giugno 2014

Di Battista nella precedente tappa a Pesaro

Di Battista nella precedente tappa a Pesaro

Movimento a 5 Stelle Fano

FANO – C’è una peculiarità nel Movimento 5 stelle: chi sta ricoprendo ruoli istituzionali sta in mezzo alla gente, le proprie guardie del corpo sono i cittadini. E vogliamo continuarlo a fare. Per questo a Fano nelle giornate del 5 e 6 giugno avremo con noi alcuni parlamentari che staranno in mezzo ai cittadini (a pranzo, in giro per i quartieri, alla sera in piazza) assieme al candidato sindaco Hadar Omiccioli.  Così i fanesi potranno conoscere e parlare giovedì 5 giugno con il grande Alessandro Di Battista e venerdì 6 giugno con l’istrionico Carlo Sibilia. Accompagnati da alcuni parlamentari 5 stelle come Andrea Cecconi, Patrizia Terzoni, Stefano Vignaroli, Federica Daga e Massimo Castaldo (eurodeputato).

Un tour per Fano per restare ancora di più in contatto con i cittadini, per capire come Hadar Omiccioli e i parlamentari 5 stelle siano persone oneste, libere da legami con i poteri forti, competenti e capaci di guidare una città e un paese. La loro “esperienza politica” non è quella di sapere come fare accordi e accordicchi, tessere trame più o meno disoneste o di parte, fare tutto quello che serve per saltare di poltrona in poltrona. La loro “vera esperienza” è quella di avere competenze acquisite dal proprio lavoro, dalla continua attività sociale, da una visione nuova della città e della nazione. Non perdete questa occasione per conoscere ancor di più Hadar Omiccioli e i parlamentari 5 stelle.

 

TUTTO MOLTO BELLO: OMICCIOLI REPLICA SU PARCO E AEROPORTO

“Sottoscriviamo parola per parola quanto detto da Massimo Seri a favore del Parco Urbano al Vallato. Tanto che da molti anni partecipiamo alla festa del 2 giugno, con speranza e sostegno. Un po’ troppo ingeneroso, invece, l’atteggiamento di Mascarin che ci accusa di “appropriarci di questa lotta negli ultimi giorni di campagna elettorale”. Non sappiamo se Mascarin ha vissuto sulla luna o se in questi cinque anni non sia stato capace di leggere le nostre numerose interrogazioni e mozioni a favore del parco cittadino, in consiglio comunale. E’ oltretutto nel nostro programma dal 2009 la realizzazione del parco cittadino. Quello che però i cittadini si chiedono è con quali soldi realizzarlo, oltre che con le fantastiche relazioni che Seri ha con il governo centrale (che improvvisamente si accollerà tutte le necessità di Fano, come per magia). Noi un’idea ce l’abbiamo: quella di recuperare almeno una parte dei 300.000 Euro che Comune ha versato alla società aeroportuale “Fanum Fortunae” con l’ultimo aumento di capitale, società in cui il Comune è il maggiore socio, pur essendo tale partecipazione non necessaria e non rispondente alle finalità istituzionali del Comune stesso. Ciò è fattibile anche facendo valere il  credito che il Comune stesso ha maturato nei confronti della società aeroportuale per i canoni di concessione d’uso degli immobili costruiti dal Comune nell’aeroporto, canoni previsti nella convenzione e mai richiesti per venti anni dal Comune stesso, come recentemente scoperto e denunciato pubblicamente da noi.  Questo budget può essere un inizio di investimento per curare la zona del parco appartenente al Comune. Certo è che Seri farà fatica a far propria questa proposta. Quindici anni fa faceva il Presidente del Consiglio della Giunta Carnaroli, con Minardi assessore (che forse ritornerà ad esserlo, se vincerà Seri), il quale pochi mesi fa diceva: “L’aeroporto di Fano è strategico e bisogna crederci fino in fondo. L’asfaltatura rappresenta una grande occasione”. Anche per noi l’aeroporto è una risorsa per Fano, ma deve camminare con le sue gambe e non togliere risorse per il Parco, se la volontà politica a favore del Parco c’è. Vediamo difficile per Seri smarcarsi ora da Minardi.

Il resto dei soldi per completare l’area verde nella zona demaniale si potranno trovare con una forte azione rispetto ai finanziamenti europei, indirizzata proprio in quel settore ambientale (programma LIFE) che l’Europa mette in campo.

Chiaramente l’area demaniale dovrà essere richiesta in gestione al Ministero competente. Se andremo a governare la città, questo sarà uno degli obiettivi subito da raggiungere. E lo faremo collaborando e mettendo le forze insieme anche con l’opposizione. Una sfida positiva la nostra, che cercherà man forte anche nelle altre forze politiche, se l’obiettivo da raggiungere punta al benessere della collettività”. Firmato Hadar Omiccioli.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>