A Urbino Demetri sta con la Muci: “Ho scelto così per il bene della città”

di 

3 giugno 2014

Maria Clara Muci

Maria Clara Muci

URBINO – E’ ufficiale: Piero Demitri corre verso la vittoria con Maricla Muci. Ufficializzato oggi in conferenza stampa il candidato sindaco Pasquale Piero Demitri, numero 1 di “Con Demitri per Urbino”, si è alleato con la candidata sindaco per il centrosinistra Maria Clara Muci.

Il professore dell’Accademia di belle arti di Urbino che in questa competizione elettorale si proponeva come il vero e libero cambiamento, ha fatto la propria scelta. In questi mesi fatti di assemblee pubbliche ha sempre parlato dei costanti rifiuti da parte dell’amministrazione e della città ai propri progetti, come mostre importanti. Mancano pochi giorni alla chiamata ai seggi per il ballottaggio e Demitri ha trovato terreno fertile per le proprie idee e progetti.

“Se la Crespini non si fosse schierata con Gambini io non mi sarei alleato con la Muci, ma dobbiamo mettere da parte i personalismi per il bene della città. Schierarmi con Maurizio Gambini non lo trovavo opportuno in quanto a mio avviso all’interno del gruppo c’è una gran confusione”.

Aveva detto che non si sarebbe mai schierato con Muci e Gambini, cosa l’ha spinta a scegliere la candidata per il centrosinistra?
“Ho fatto questa scelta per il bene della città: ci troviamo ad un bivio e dobbiamo scegliere se ripartire o lasciare la città in mano ad una banda di scalmanati e la cosa mi fa veramente paura. In caso vi vittoria potrei  dedicarmi ai progetti, come importanti mostre, che ho cercato di organizzare come semplice cittadino in una vesta più importante. Il PD facendo questo “mea culpa” acquista credibilità. Non lo nascondo è stata una scelta non facile anche nei confronti dei miei elettori e del mio gruppo, ma ho scelto il futuro per questa città”.

Adesso Governiamoci avrà,  in caso di vittoria, Vittorio Sgarbi come assessore esterno alla cultura…
“Quando è arrivato alla presidenza dell’Accademia eravamo molto speranzosi ma bisognava rincorrerlo in giro per l’Italia per tutto e francamente non ha portato e lasciato niente in questa città; in altre località marchigiane ha organizzato anche importanti mostre ma qua no. La nostra città ha bisogno di persone presenti sul territorio: poi non escludo che se dovessimo vincere e io venissi eletto assessore alla cultura lo chiamerei in Urbino per organizzare esposizioni ed eventi”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>