Giornata dell’Economia, il sindaco Ricci: “Serve una pubblica amministrazione più veloce e meno costosa”

di 

4 giugno 2014

Il sindaco Matteo Ricci alla Giornata dell'Economia

Il sindaco Matteo Ricci alla Giornata dell’Economia

PESARO – “Serve una pubblica amministrazione diversa. Oggi è troppo costosa. Ed eccessivamente lenta. Dobbiamo aggredire questi due aspetti, se vogliamo dare un contributo reale alla ripresa e alla creazione di nuovi posti di lavoro”. Così Matteo Ricci, intervenendo alla giornata dell’economia, nel quartiere fieristico di Campanara.

Unione

Sindaco che accelera sul tema delle Unioni: “I Comuni non possono  pensare di fare tutto da soli. Non è più possibile avere un dirigente per ogni servizio. E’ uno schema del passato. Ora siamo in un altro mondo. Sappiamo che la coesione sociale è elemento essenziale del nostro modello di sviluppo. Se vogliamo, nei prossimi anni, le risorse per mantenere i servizi e per fronteggiare bisogni crescenti, abbiamo bisogno di mettere insieme le pubbliche amministrazioni”. Una visione da estendere: “Pongo il ragionamento non solo per Pesaro ma per tutto il territorio provinciale. Riduciamo i costi organizzativi  e i tempi. E’ complicato? Me ne rendo conto, perché vuol dire uscire da meccanismi consolidati. Ma non c’è altra strada per questo territorio”. Aggiunge: “Siamo terra di confine e se ci richiudiamo rischiamo la marginalità. L’idea di una pubblica amministrazione riorganizzata, che pesi di più nell’ambito regionale, è fondamentale anche dal punto di vista economico, non solo dal lato politico-amministrativo”.

Voglia di impresa

In parallelo c’è la tendenza all’intraprendenza “che si mantiene alta”. Da supportare: “Dietro alle nuove imprese c’è chi ha chiuso e ci riprova. O un lavoratore dipendente che ha perso il lavoro e si mette in gioco, provando a mettere in piedi un’attività. La pubblica amministrazione deve velocizzare le pratiche, sburocratizzare, per aiutare chi vuole investire. Facilitiamo gli investimenti e la creazione di posti di lavoro». Un’azione è «agire sugli incentivi, nella direzione giusta. Per questo vogliamo tagliare le tasse comunali per i prossimi 3 anni a chi apre un’attività. In primis nelle zone strategiche come centro e mare”.

Nuova Economia

Pensa ad “export ed innovazione tecnologica per ristrutturare l’economia”. E sul turismo chiarisce: “Continuiamo a puntare su quello culturale, familiare, sportivo e ambientale. Ma anche per questi 4 settori serve più vivacità. Una delle azioni è rivedere tutti i regolamenti per rendere la città più vivace. Per far crescere la vocazione turistica, dobbiamo rinunciare a un po’ di tranquillità. Anche qui c’è una mentalità nuova da alimentare”. Sull’edilizia: “Lo diciamo chiaramente: quella pre-crisi non tornerà più. No al consumo di territorio. Concentriamoci invece sulle riqualificazioni energetiche, sfruttando la prossima stagione degli incentivi nel settore”. Non solo: “I Comuni devono rivedere gli oneri di urbanizzazione sulle ristrutturazioni. Inutile  chiedere di più, se poi non parte alcuna ristrutturazione”. Passaggio sulle trasformazioni urbane: “Mettiamo in moto 3 o 4 contenitori da trasformare per ogni città. Oppure assisteremo alla chiusura di altre aziende nell’edilizia. E a piangere altri posti di lavoro”.

Lavori pubblici

Capitolo infrastrutture. Il sindaco vede un triennio 2015-2018 “positivo, perché entro la fine dell’estate ci consegneranno i progetti esecutivi delle opere compensative della terza corsia dell’autostrada. Solo nel Comune di Pesaro saranno 90 milioni di euro. Altri 70 a Fano. In totale 150 milioni di euro per gli investimenti di Autostrade.  E proseguiremo la battaglia sulla Fano-Grosseto e sul porto di Pesaro”.

Risorse

Chiude con la strada per raggiungere gli obiettivi: “Da una parte, sulla parte corrente, risparmiare nell’organizzazione della pubblica amministrazione per mantenere i servizi. Poi sbloccare il patto di stabilità: l’unico modo è mettere insieme i Comuni”. Infine: “Dobbiamo contare di più sul livello nazionale e regionale. E cogliere le opportunità che vengono dall’Europa. Su questo va fatto un lavoro importante. Anche in termini di risorse umane. Da lì passa gran parte delle opportunità per risolvere i problemi e inseguire i nostri sogni”.

Un commento to “Giornata dell’Economia, il sindaco Ricci: “Serve una pubblica amministrazione più veloce e meno costosa””

  1. […] Giornata dell’Economia, il sindaco Ricci: “Serve una pubblica amministrazione più veloc… sembra essere il primo su […]

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>