Omiccioli risponde a Serfilippi: “Le Politiche Giovanili non saranno escluse: avranno una sezione in tutte le tematiche cittadine”

di 

5 giugno 2014

Hadar Omiccioli*

Pienamente in linea con l’interesse dimostrato dall’ex Assessore alle Politiche Giovanili Luca Serfilippi per progetti importanti per la nostra città, mi sento di ribadire cose già ampiamente illustrate in questi mesi, ma che forse, giustamente, richiedono una particolare cura e attenzione: l’assessorato alle Politiche Giovanili non è da noi specificato tra i 6 assessorati previsti perché intendiamo renderlo trasversale il più possibile, inserendo una sezione “giovani” in tutte le tematiche che interessano la città.

Per quanto riguarda la disoccupazione giovanile certo il percorso iniziato è nella buona direzione e continueremo a caldeggiare e favorire la partecipazione dei giovani fanesi a quanti più bandi possibili Provinciali, Regionali ma anche Nazionali ed Europei con l’appoggio dell’Ufficio Europa che si andrà ad istituire. Sarà fondamentale il dialogo con le aziende, gli istituti bancari, le Fondazioni e le Università per attivare una rete funzionale alla creazione di nuovi percorsi lavorativi. Questo procedimento va certamente affiancato da un incubatore d’impresa che studi i buchi di settore, le innovazioni possibili e la fattibilità pratica ed economica delle idee, realizzato in collaborazione con le realtà cittadine del III settore e di giovani privati che già si sono attivati in questo senso. Il turismo è certo un settore che va espanso coinvolgendo la cultura, la musica, gli eventi, l’eno-gastronomia ed ha bisogno urgente di forza giovane che si veda occupata per promuovere la propria città.

Sull’appalto giovani non è difficile immaginare che se l’amministrazione considera la fascia 16/35 come una priorità, potrà e dovrà dedicarvi impegno e fondi per rimettere mano ai servizi presenti in città (SPAZI DI PARTECIPAZIONE E AGENZIA GIOVANI) rendendoli omogenei ed accorpandoli in un unico bando per chiari motivi di progettazione e miglior gestione delle risorse. La Consulta dei giovani, in collaborazione e continuo dialogo con le altre Consulte presenti o da istituire all’interno del Comune, sarà l’organo fondamentale per cogliere le esigenze e meglio indirizzare i “lavori” con e verso i giovani fanesi. La partecipazione, come ha in ogni modo cercato di fare con i progetti nelle scuole Serfilippi in questi anni, va testimoniata, insegnata, fatta vivere fin dai primi anni di vita sociale di un individuo per crescere cittadini attivi e responsabili che abbiano voglia di costruire insieme con entusiasmo la vita sociale della propria città. I giovani chiedono di essere protagonisti e in cambio offrono idee, attivismo, creatività, nuove mentalità che vanno raccolte e gestite al meglio come ricchezze inestimabili per la collettività.

I giovani e lo sport sono un punto focale su cui concentrare le nostre energie. Lo sport è socialità e positivo confronto, è salute e respiro del corpo e della mente. L’annosa questione della Piscina va affrontata con razionalità e lungimiranza. Studieremo le proposte susseguitesi negli anni, con i loro punti di forza e di debolezza, alla luce di un PRG non basato su storture e abbozzi per seguire personalismi fuggenti, ma ripensato sulle necessità dei cittadini capiremo le effettive possibilità di realizzazione con annessi e connessi servizi a tutte le fasce di popolazione che dovranno usufruirne. Allo stesso tempo cercheremo di rivedere il ruolo della Dini-Salvalai, per non abbandonare ancora una volta un edificio esistente con delle discrete potenzialità sul quale basterebbe probabilmente solo indirizzare meglio le energie.

Felici che qualcuno con mentalità aperta e giovane abbia iniziato il processo verso la smart city, troviamo molti elementi nel nostro programma che vanno in questo senso: oltre ai tanti interventi tecnologici tipicamente Smart, con tecnologia ICT e non, che più volte abbiamo proposto non ci sentiamo futuristi nel lanciare i lampioni con anche la banda dati, i totem e le installazioni smart objects posizionati in punti strategici della città e funzionali al turismo, dove i fanesi e i visitatori possano, semplicemente scaricando una app, vedere sul proprio smartphone ricostruzioni di monumenti storici, rappresentazioni di eventi o fotografie storiche della città. Tutto questo oltre chiaramente all’urgente efficientamento energetico degli edifici pubblici, alle piattaforme per la trasparenza e per la partecipazione (open-municipio, ecc..) e alla liberalizzazione del collegamento wifi nei luoghi aperti al pubblico, giardini, piazze ma anche come possibilità per gli esercenti di offrire una connessione internet gratuita all’interno dei loro spazi attraverso un sistema a bassa emissione.

Ripensare il turismo, come accennato al relativo incontro fatto in Sassonia a fine marzo, significa considerare nelle loro esigenze e peculiarità tutte le fasce di età. Partire dai bambini e pensare ad un turismo accessibile da tutti non significa non riporre particolare attenzione al turismo giovanile, che va ripensato negli eventi e nelle proposte, studiando anche strutture ricettive ad hoc come ostelli e nuovi campeggi, magari gestiti dai giovani stessi, spazi di scambio accoglienza/lavoro e multiculturalità. I locali, mettendosi in rete e coordinati dai vari comitati e dal Comune stesso, potranno sfruttare il rilancio reciproco pensando un programma di serate estive ed invernali affinché l’interesse dei giovani possa trovare buona risposte nella nostra città, evitando troppo frequenti e pericolosi spostamenti e nello stesso tempo ridando vita positiva, culturale e musicale alla nostra città.

Ringraziando di nuovo Serfilippi per la possibilità che mi ha offerto di illustrare più a fondo parti fondamentali del nostro programma, lo invito a rispettare il suo proposito di rimanere attivo, per continuare ad essere una ricca risorsa nella delicata e preziosa gestione del campo “giovani” a Fano.

*Candidato sindaco Lista Civica MOVIMENTO CINQUE STELLE FANO – beppegrillo.it

 

 

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>