La scuola Rodari chiusa per esalazioni potenzialmente nocive: impazzano le polemiche

di 

5 giugno 2014

La scuola Rodari di via Recchi

La scuola Rodari di via Recchi

PESARO – Fa parlare e non poco la chiusura della scuola primaria “Rodari” di via Recchi. Da lunedì scorso c’è stato il trasferimento degli alunni nella biblioteca di Circoscrizione di largo Volontari del sangue, nella parrocchia Santa Croce e in alcuni spazi della Pirandello per “inquinamento da stirene”, una sostanza tossica e potenzialmente cancerogena, anche se dall’Arpam fanno sapere che il pericolo per i bambini è nullo, per l’esposizione ridotta.

Si dovrà procedere alla bonifica dell’intero edificio, anche se l’odore della sostanza – un isolante installato sul tetto – pare si sentisse “solo” in due aule, alla sala bidelli e allo spazio adibito al sostegno. I genitori sono preoccupati, tant’è che stanno firmando in massa un esposto da presentare alla Procura, Prefettura, carabinieri e Comune stesso.

E il Comune che dice? Con una nota, l’amministrazione precisa che saranno fatte tutte le verifiche del caso. Si spera di risolvere il caso entro l’inizio del prossimo anno scolastico, ma la priorità è ovviamente “la massima sicurezza degli studenti e di tutte le persone che lavorano all’interno della scuola”.

Un commento to “La scuola Rodari chiusa per esalazioni potenzialmente nocive: impazzano le polemiche”

  1. Massimo scrive:

    Ma questa è informazione a metà!!!!
    La preside dell’Istituto si chiama Giuliana Ceccarelli, ed il problema di inquinamento non è nato oggi, tanto che l’ARPAM è stata chiamata in Aprile!
    E che cosa fa in giugno la preside Ceccarelli?
    Semplice… è “assessore alla crescita” (fino all’anno scorso la si sarebbe chiamata “assessore alla Pubblica Istruzione” del Comune di Pesaro, eletta il 25 Maggio del 2014.
    Ma vi pare normale????????????

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>