Seri propone un patto ai cittadini fanesi: “Prendiamoci cura insieme dei nostri spazi”

di 

5 giugno 2014

Massimo Seri

Massimo Seri

FANO – Tra i residenti di ogni quartiere è fortissimo il disappunto per lo stato in cui versa il verde pubblico, gli spazi attrezzati e i giochi per i bambini. Il candidato a Sindaco propone soluzioni basate sulla collaborazione attiva tra Comune e cittadini per la cura di questi spazi verdi urbani.

“Vogliamo che gli spazi verdi tornino ad essere vissuti dalle famiglie” dichiara Massimo Seri presentando un progetto volto alla riqualificazione del verde pubblico urbano. “Partiremo con un intervento pilota che interesserà solo alcuni spazi verdi della periferia per essere poi esteso a tutti i piccoli parchi della città” dichiara Seri specificando le fasi di intervento. “E’ necessario innanzitutto la fase di ristrutturazione e manutenzione delle panchine, dei cestini, dei giochi e di tutte le attrezzature oggi danneggiate o in stato di abbandono. In un secondo momento sarà importante un progetto di “animazione” da realizzare insieme ai residenti del quartiere, alle associazioni e alle cooperative sociali. In un lavoro di collaborazione si darà vita ad attività che permettano ai bambini e alle famiglie di rivivere lo spazio. Tutto questo deve essere accompagnato da interventi che favoriscano la mobilità sostenibile per rendere questi spazi accessibili in totale sicurezza anche ai più piccoli”.

“Progetti come questo” conclude Seri “vanno ad inserirsi in una più ampia e precisa idea di governo di territorio sull’esempio di quanto avviene in città come Bologna e Siena, amministrazioni all’avanguardia in tema di politiche partecipate. L’idea è infatti quella di firmare un patto con i cittadini per la cura, la tutela e la rigenerazione dei beni comuni urbani”. Firmato Massimo Seri, candidato a Sindaco Fare Città.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>