Muci attacca Gambini: “Nella sua squadra 3 su 5 vivono di politica”

di 

6 giugno 2014

Maria Clara Muci

Maria Clara Muci

URBINO – E’ arrivato l’ultimo round di questa travagliata campagna elettorale nel ducato, domenica 8 si andrà al voto per il ballottaggio.

Maria Clara Muci presenta ufficialmente la propria squadra senza tralasciare l’effetto “surprise”, un quinto assessore da ricercare tra grandi personalità che verrà svelato poco prima dell’eventuale insediamento.

Non solo presentazioni ma anche qualche sassolino dalla scarpa tolto nei confronti degli avversari, la coalizione di Maurizio Gambini “Adesso Governiamoci.”

“Tre su 5 in quel gruppo vivono di politica, con vitalizi o altri incarichi politici, diversi hanno avuto esperienze in campo politico e si propongono come rinnovamento. Poi la Crespini si è accorta dopo 9 anni e mezzo che non poteva fare le cose? Anche per me non è sempre stato facile ma sono andata avanti perché sono determinata”.

Quindi che differenza c’è tra la coalizione di Gambini e la sua?
“Noi abbiamo scelto in nostro candidato tramite le primarie, noi parliamo al cuore e alla mente dei cittadini e stiamo applicando un vero rinnovamento. Io ho esperienza e passione ma tanti sono i giovani o persone nuove e con competenza che mi sostengono. Io da cittadino vivo le diverse problematiche della vita; dagli anziani in casa, i giovani e le loro difficoltà con il lavoro, inoltre non ho mai vissuto di politica come3 di loro, ma ho un lavoro. La prima alleanza noi l’abbiamo fatta con i cittadini, loro sulle poltrone e non sulle idee e progetti: il loro progetto primario è la vendetta visto che molti di loro hanno fatto parte del nostro gruppo o sono stati all’interno dell’amministrazione con importanti cariche”.

Le novità che porterà in campo?
“Un’amministrazione trasparente e aperta, ci sarà un contatto diretto tra cittadini, consiglieri, giunta e sindaco e non mancheranno incontri periodici anche nelle frazioni. Aprirò un forum su internet dove sarà possibile parlare direttamente con me. I nuovi contratti dei dirigenti saranno a tempo determinato e se non avranno raggiunto gli obiettivi prefissati si cambierà. Faremo grande affidamento anche sui consulenti gratuiti e sul ruolo dei consiglieri e le loro competenze. Il PD si è e si sta fortemente rinnovando e questo rinnovamento una volta eletta lo porterò avanti cosa che fino ad oggi non mi è stato possibile fare .”

La squadra di assessori…

“Quattro su 5 per ora. Piero Demitri della civica “con Demitri per Urbino”: ci ha aiutato e ci aiuterà a portare idee nuove soprattutto per quanto riguarda la cultura. E’ un professore dell’Accademia, ha un’attività commerciale un figlio giovane e vive in centro quindi ha uno sguardo a 360 gradi sulle problematiche della città e della vita di tutti i giorni e questa è la sua prima esperienza.
Brunella Calcagnini: ha militato per diverso tempo nel PD, laureata in sociologia dei servizi sociali è operatore socio sanitario nel dipartimento materno infantile presso l’ospedale di Urbino e la sua tesi si è focalizzata sulla violenza di genere nella nostra provincia, in più vive in una frazione e questa sarà la sua prima esperienza.
Piero Sestili, ha corso alle primarie e ha deciso di entrare nella mia squadra. Essendo professore universitario sarà il nostro delegato università, sviluppo e formazione. E’ stato consigliere e capogruppo in consiglio comunale nell’ultima amministrazione.
Federico Scaramucci: anche lui ha corso alle primarie, giovane consigliere nella passata legislazione. Lui si occuperà di intercettare fondi europei e pac da destinare a tutti quelli che ne hanno diritto e non solo per alcuni, inoltre istituirà un apposito ufficio.
La nostra alleanza è con i cittadini e non in base alle poltrone e per seminare vendetta come fanno i nostri avversari“.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>