Pian del Bruscolo, che cambiamento: giunte fatte a Montelabbate e Tavullia, lunedì consiglio a Vallefoglia. E poi?

di 

8 giugno 2014

Pian del Bruscolo inizia ad aver una fisionomia precisa. A Tavullia, il nuovo sindaco Francesca Paolucci (lista civica) ha deciso: Alessandro Pieri vice sindaco con delega al Personale, gli assessori sono Sara Muratori ad Ambiente e Attività Economiche, Mirko Baronciani ai Servizi sociali e Patrizio Federici (Cultura, Sport e Turismo). A Laura Macchini, votatissimo consigliere comunale, è stata data la delega al coordinamento delle associazioni.

Le elezioni, complice anche la fusione di Sant’Angelo in Lizzola a Colbordolo, hanno portato a un importante rimescolamento delle carte anche negli altri comuni. A Montelabbate, dove per la prima volta non ha vinto  il centrosinistra e dove per la prima volta in Italia è salito un sindaco donna del Movimento 5 Stelle,Cinzia Ferri, che ha nominato Nicola Magi vicesindaco con delega a Ambiente, Energia e Agricoltura. Assessore ai Servizi sociali e alle Politiche Giovanili sarà invece Marianna Galeazzi mentre a Luca Faraoni vanno Bilancio e Urbanistica, e a Emanuele Damiani Sport, Cultura e Turismo.

A Vallefoglia c’è attesa per il primo consiglio comunale annunciato per questo lunedì alle 18.30: il neo sindaco Palmiro Ucchielli dovrebbe inserire nella nuova giunta i fedelissimi: l’ex sindaco di Colbordolo Massimo Pensalfini (nome buono anche per il ruolo di presidente del Consiglio), il dirigente della Provincia Stefano Gattoni e l’ormai ex assessore provinciale Daniela Ciaroni. Posti sicuri per l’ex vicesindaco di Sant’Angelo in Lizzola Angelo Ghiselli e per Franca Gambini. Per via delle preferenze di genere rischia di restare fuori dalla giunta l’ex assessore Mirco Calzolari mentre salgono le quotazioni di Alessandra Moscatelli. Non poche, poi, le questioni impellenti sul tavolo a partire dalla scuola di via Leonardo da Vinci.

Attesa anche in casa PD, dove si preannunciano non poche discussioni interne alla luce dei risultati elettorali di zona: la dolorosa “caduta” (seppur di misura) di Montelabbate, la sconfitta maturata a Tavullia, la diaspora nel centrosinistra vissuta a Vallefoglia. Cosa succederà?

 

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>