“L’archivio storico di San Francesco di Urbino”: presentato il volume di Anna Falcioni realizzato grazie a Banca dell’Adriatico

di 

10 giugno 2014

PESARO – “L’archivio storico di San Francesco di Urbino”. Questo il titolo del volume di 657 pagine, curato da Anna Falcioni, presentato a Pesaro. Tanta gente nella sede di Banca dell’Adriatico di via Gagarin, alla presenza del dottor Roberto Dal Mas, direttore generale della Banca dell’Adriatico, del professor Gilberto Piccinini, docente di storia contemporanea all’Università degli studi di Urbino nonché presidente della Deputazione di storia patria per le Marche, del giornalista Mattia Ferri, che ha moderato il dibattito, oltre ovviamente della curatrice Anna Falcioni, che è docente di Storia medievale alla Carlo Bo.

Il dottor Roberto Dal Mas ha spiegato le motivazioni che hanno spinto Banca dell’Adriatico a sostenere questo intervento culturale, teso a tutelare e valorizzare il patrimonio custodito nell’Archivio urbinate di San Francesco, che altrimenti sarebbe andato perduto. “E’ un’iniziativa di valore culturale e sociale insieme, poiché la banca, con il suo sostegno economico, ha consentito l’assegnazione di una borsa di studio all’équipe di giovani laureati, che, diretti dalla professoressa Anna Falcioni, sono stati impegnati per un biennio (2011-2013) nel progetto”.

Il professor Gilberto Piccinini ha sottolineato l’importanza delle fonti archivistiche nell’indagine storiografica, spiegando come la pubblicazione di questo corposo inventario dell’Archivio Storico del convento di San Francesco di Urbino abbia come obiettivo primario il riordino e la salvaguardia di un interessante fondo archivistico, ma anche la valorizzazione delle sue potenzialità di studio e delle prospettive future di ricerca. Un progetto interdisciplinare, dovuto soprattutto alla collaborazione di giovani storici e archivisti, tra cui il dottor Massimo Bonifazi, della dottoressa Carolina Sacchetti, del dottor Marco Droghini, del dottor Vincenzo Mosconi, che si sono proposti in primis la catalogazione di tutti i documenti ivi conservati, per renderli poi fruibili agli studiosi mediante la consultazione di questo inventario. Inventario che, per la sua importanza, è stato accolto nella prestigiosa collana storica degli “Studi e Testi” della Deputazione di storia patria per le Marche.

Finale con la professoressa Anna Falcioni, che ha sintetizzato il contenuto del volume, illustrando parallelamente la storia del convento di San Francesco e la storia del suo Archivio, dalle origini fino ai giorni nostri. “Il volume, strutturato per essere uno strumento di utile consultazione per tutti coloro che desiderano cimentarsi nella ricerca, è un prezioso “corpus” manoscritto, basilare sia per la storia del convento e della chiesa francescana urbinate, istituzione religiosa di spicco nelle vicende della città e dei duchi di Urbino, sia per la nascita e lo sviluppo dell’Università degli Studi di Urbino, che con il convento di San Francesco ebbe sempre un simbiotico rapporto culturale”.

La presentazione del volume, ben organizzata da un’efficiente équipe di dipendenti di Banca dell’Adriatico che Dal Mas ha pubblicamente ringraziato, è stata molto partecipata, coi presenti – a cui è stata regalata una copia del volume – a trovare la tematica estremamente interessante.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>