Lotta al bullismo, premiata la scuola Pascoli di Urbino

di 

11 giugno 2014

Questo slideshow richiede JavaScript.

URBINO – Le scuole primarie e dell’infanzia contro il bullismo. Questo il senso del progetto didattico “Siamo tutti Capitano”, promosso dal marchio della Farmaceutici Pasta del Capitano arrivato alla terza edizione.

Ben 2.900 le scuole coinvolte, con più di 10.000 kit didattici distribuiti. La notizia è che tra le 161 classi della scuola primaria italiana si è classificata al secondo posto la quarta sezione unica dell’Istituto comprensivo Pascoli di Urbino. Il premio consiste in una postazione informatica e una fornitura di prodotti per l’igiene orale Pasta del Capitano.

Creatività, impegno e aderenza al tema. Questi i criteri secondo cui la giuria di esperti ha esaminato i 382 elaborati sia delle scuole dell’infanzia che delle primarie. Elaborati collettivi che erano da inviare al sito www.siamotutticapitano.it, come prova di un percorso tra alunni e insegnanti teso al contrasto della piaga del bullismo.

“Crediamo molto in questo progetto – ha commentato Monica Pasetti, amministratore delegato di Farmaceutici Dottor Ciccarelli – e nei percorsi didattici che sono stati sviluppati con il professor Iannaccone (psicologo e psicoterapeuta esperto di bullismo, ndr) per lavorare sulla prevenzione sin dalla scuola dell’infanzia. Le richieste delle scuole e i commenti positivi dei docenti ci spingono ogni anno a proseguire su questa strada, insegnando ai bambini a scoprire il Capitano che c’è in loro, da contrapporre al bullo e ai leader negativi”.

Per Nicola Iannaccone, il “fenomeno del bullismo si radica tra le relazioni interpersonali, nelle dinamiche di forza e di debolezza tra individui che si sperimentano da piccolissimi e che si consolidano nella crescita. E’ per questo che un’efficace strategia di prevenzione deve intervenire a monte, nel momento della formazione dell’attitudine stessa ad interagire con gli altri e questo accade quando siamo bambini e cominciamo ad interfacciarci nel gruppo dei pari”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>