A Montelabbate il primo consiglio comunale con un sindaco pentastellato. E nella vicina Vallefoglia ci si interroga sul futuro del Pd

di 

11 giugno 2014

MONTELABBATE –  Settanta anni di governi Pci, Pd e Ds e poi, alle ultime amministrative, quelle di due settimane fa, la svolta. A Montelabbate c’è un sindaco a 5 Stelle. Anzi una sindachessa, come azzarda qualcuno sfidando le regole consolidate della lingua italiana. Stasera il primo consiglio comunale, con Cinzia Ferri prima donna pentastellata a dirigere un Comune italiano e al contempo primo sindaco pentastellato della regione Marche. L’appuntamento – per certi versi storico – è per le ore 21.

Montelabbate festeggia Cinzia Ferri con la fascia tricolore

Montelabbate festeggia Cinzia Ferri con la fascia tricolore

“A VALLEFOGLIA LA FESTA E’ FINITA”

Pochissimi chilometri più in là, nella vicina Vallefoglia nata dall’unione dei Comuni di Sant’Angelo in Lizzola e Colbordolo, ha vinto una vecchia volpe della politica come Palmiro Ucchielli. “C’è poco da ridere – scrivono Democratici, Riformatori e Progressisti di Vallefoglia – Si sono stappate bottiglie ignorando, o facendo finta di ignorare, la sconfitta del Partito democratico: Montelabbate è passata al M5S, Tavullia a una lista di centrodestra e a Vallefoglia il senatore Ucchielli, anche grazie all’accordo politico a Montecchio con Forza Italia, ha vinto con il 40% dei consensi, quando alle scorse elezioni amministrative, negli ex Comuni di Sant’Angelo e Colbordolo, il centrosinistra si era affermato con percentuali attorno al 65% degli elettori”.

“Noi pensiamo che occorra cambiare gli organismi e i dirigenti locali del Partito democratico – scrivono – a partire dal coordinatore di zona Luca Del Moro, auspicando l’apertura di nuovi circoli Pd più rappresentativi dell’elettorato e dei valori di rinnovamento, a partire dalle primarie negate da Ucchielli, fortemente promossi da Renzi. I circoli della zona e una sostanziosa parte della lista di Ucchielli rappresentano la vecchia guardia politica”. Firmato Democratici, Riformatori e Progressisti di Vallefoglia.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>