Laurea da Oscar: a Farinetti di Eataly il riconoscimento dell’Università di Urbino e di Sgarbi (il video)

di 

12 giugno 2014

URBINO – Fa ritorno in Urbino Oscar Natale Farinetti, patron di ETALY, la catena di supermercati che propone prodotti dell’enogastronomia di qualità italiana. Lo scorso marzo Farinetti ha ricevuto il sigillo d’Ateneo e ieri, nell’aula magna di palazzo Battiferri, la laurea honoris causa in Marketing e Comunicazione per le Aziende.

Dopo aver trasformato in grande catena di elettronica il negozio fondato dal padre nel lontano 1967, lo vende nel 2003 ad una società britannica e fonda nel 2004. Oscar Farinetti, grande comunicatore e narratore delle eccellenze italiane, ha ricevuto il titolo honoris causa direttamente dalle mani del magnifico rettore Stefano Pivato. E’ stata l’ultima cerimonia del genere per Pivato che terminerà il proprio mandato il 31 ottobre prossimo.

Protesta. All’inizio della cerimonia, Collettivo per l’autogestione, Associazione Fuorikorso e Csa Oltrefrontiera di Pesaro hanno lanciato una manifestazione di protesta nei confronti di ETALY e Farinetti, perché, secondo i protestanti, il modello dei supermercati delle eccellenze sarebbe l’emblema della precarietà e dello sfruttamento (clicca qua per leggere la nota). Non appena Mr. ETALY ha preso la parola, ha rivolto subito un pensiero ai manifestanti: “Lo sfogo al quale abbiamo appena assistito non va sottovalutato. Mi sento io per primo responsabile; chi ha fatto parte della classe dirigente dagli anni ’80. A questi giovani è stato consegnato un Paese con il 50% di disoccupazione giovanile e 2.000 miliardi di debiti. Nessuno è innocente. Io posso capire il disagio, magari non posso capire la forma e mettere nel calderone tutto ed ETALY. La forma è comunque meno grave di quei politici che hanno rubato o che non hanno fatto il loro dovere, è meno grave di quegli imprenditori che hanno portato gli utili all’estero. Questi giovani hanno ricordato Antonio, ragazzo di 21 dipendente ETALY a Roma, assunto a tempo determinato, che ha avuto un infarto qualche domenica fa prima di prendere servizio. Volevamo bene a questo ragazzo, abbiamo immediatamente chiuso ETALY. Posso capire che con la confusione di questi giorni sia vissuto come un martire del lavoro, ma non è così. Vi prego di fare un applauso ad Antonio”.

Il metodo Eataly. Oscar Farinetti ha poi parlato del metodo ETALY, di come lo stipendio minimo sia di 1.000 euro e il massimo di 4.000, e del fatto che uno dei successi della catena di supermercati di qualità sia proprio la narrazione.

La teoria della pesca. Il vero grande successo di ogni progetto, secondo Farinetti, deve rispettare la teoria della pesca. Ovvero si parte dalla base, il nocciolo che deve essere solido, la polpa che deve avere consistenza e la buccia che deve essere bella, deve attrarre. Terminata la cerimonia, nel cortile di palazzo Battiferri è stato allestito un piccolo buffet e Vittorio Sgarbi non ha esitato a parlare di Urbino e di proporre Oscar Farinetti e Carlo Petrini, fondatore di Slow Food, e presente alla consegna del titolo accademico dell’amico, come assessori onorari e creare quindi una collaborazione istituzionale. Alla consegna del titolo presente anche il ministro alle politiche agricole e forestali Maurizio Martina.

 

Il video di Vittorio Sgarbi

 

 

Le foto della laurea honoris causa a Farinetti

Questo slideshow richiede JavaScript.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>