Fair-play, Luca Marini ha ricevuto il premio del Panathlon in collaborazione con Pu24.it. Tutte le foto

di 

14 giugno 2014

L'assessore Della Dora, il nostro Maurizio Bruscolini e Luca Marini

L’assessore Della Dora, il nostro Maurizio Bruscolini e Luca Marini

Che bello vedere un ragazzo di 17 anni sereno, che incassa complimenti a desta e a manca con semplicità, con la stessa naturalezza con la quale ha fatto un gesto importante ovvero ha soccorso un collega pilota in gara sacrificando la sua posizione in classifica finale.

Ma Luca Marini è così. E’ un ragazzo e un pilota che ha nel cuore quei valori, di solidarietà e rispetto per il prossimo, che oggi sono merce rara .

In un mondo dove gli “esauriti” litigano anche per una mancata precedenza, Luca si distingue alla grande visto che in gara a Jerez de la Frontera, nello scorso aprile, centrato da un collega è caduto e prima di ripartire ha aiutato il collega inglese sotto la moto, sollevandola visto che la marmitta gli stava ustionando un piede mentre il pilota che aveva causato la caduta si è dimostrato indifferente alla grande ripartendo di gran carriera.

UN PREMIO IN COLLABORAZIONE CON PU24.IT

Bene quindi ha fatto il Panathlon club di Pesaro, insieme al Comune di Pesaro, alla Provincia di Pesaro e Urbino in collaborazione con www.pu24.it e il Resto del Carlino, a conferire al pilota tavulliese il premio fair play.

 

Alle 11,30, nella sala del Consiglio Comunale di Pesaro, la cerimonia, condotta con grande maestria dal collega giornalista Massimo Fiorentino alla presenza di Alberto Paccapelo, presidente Panathlon e del governatore del club Dainese i quali, insieme al vice sindaco Daniele Vimini, all’assessore allo sport Mila Della Dora e al professor Ario Federici dell’Università di Urbino ( che ha tenuto una dotta e interessante lezione sull’etica nello sport), hanno reso il giusto tributo a questo ragazzo-pilota che, in uno sport individuale come il motociclismo, ha sacrificato la sua competizione per soccorrere un collega.

 

E a lui, a Luca Marini rendiamo omaggio anche noi con le parole semplici e sentite della sua insegnate di inglese che ha detto: < Luca è un ragazzo straordinario, di grande modestia e umiltà. E’ mio alunno da tre anni e, ogni volta che torna a scuola dalle gare, dopo aver perso giorni e giorni di lezione, si mette al pari dei suoi colleghi che a scuola erano presenti: Luca è davvero una bella persona>.

 

Al sentire queste parole, a Luca sorridevano gli occhioni azzurri, mentre da quelli di suo papà Massimo presente in sala, usciva una lacrimuccia occultata con abilità dietro l’occhiale da vista indossato al volo per la bisogna.

E lui Luca, sereno e compito ma stupito per l’ affetto che lo circondava nella sala del Consiglio, ha spiegato sorridendo:<Ho deciso di aiutare Wyne- dice- perché l’ho visto in difficoltà. Certo non mi aspettavo nulla se non il grazie del pilota che è arrivato ma è vero che mi ha fatto piacere che, ovunque, il mio gesto sia stato apprezzato>.

 

Bravo Luca e siccome “chi gioca lealmente è sempre vincitore” tu il tuo Mondiale lo hai già vinto ed è quello importante, è il Mondiale della Vita.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

LE FOTO:

Questo slideshow richiede JavaScript.

3 Commenti to “Fair-play, Luca Marini ha ricevuto il premio del Panathlon in collaborazione con Pu24.it. Tutte le foto”

  1. smanettone scrive:

    Bella cerimonia, peccato in sala siano mancati i motociclisti e, si sa, gli assenti hanno sempre torto.

  2. JOE BAR scrive:

    Complimenti a chi continua a spendersi per tenere vivi i veri valori dello sport e del motociclismo in particolare. Bravo Brusco!
    P.S. Faccio mea culpa …. motociclista assente!

  3. massimo scrive:

    Bella iniziativa! Bella partecipazione in sala e…indimenticabili gli interventi. E’ vero, ho rischiato di commuovermi.Sono sicuro che anche Luca quando sara’ in pista, sentira’ di guidare un paio di cv in piu’. Grazie a tutti.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>