Regione e Comune, Omiccioli (M5S) attacca: “Marotta Unita, Pd diviso”. Questionario online di Mascarin, ecco le priorità dei cittadina fanesi

di 

14 giugno 2014

FANO – “Esemplare il primo atto del nuovo sindaco Seri – attacca con una nota Hadar Omiccioli, Movimento 5 Stelle e antagonista dello stesso Seri nel ballottaggio alle recenti elezioni fanesi – invio di una lettera alla Regione Marche per perorare la causa del mantenimento della parte di Marotta di Fano. Inviata a quel PD che in Regione, sotto le spoglie di Solazzi, ha un’idea opposta sul destino di Marotta. A questo punto ci chiediamo: quale futuro può avere il nostro territorio in mano ad amministratori, che pur facendo parte della stessa parte politica, hanno idee completamente diverse? Cosa aspettarci allora per l’ospedale Unico? Certo non possiamo rallegrarci per quello che attenderà Fano. Seri si bea del fatto che ha dei contatti forti in Provincia e in Regione. Peccato che la Provincia e la Regione abbiano tutt’altre mire rispetto a quelle di Seri. Che, a questo punto, non avrà la forza, con un PD fanese allineato con quello provinciale e regionale, di opporre resistenza. Insomma, Marotta diviene lo specchio di questa realtà politica che ha al suo interno mille contraddizioni. E come risolvere il problema specifico? Dando voce alle decisioni dei cittadini che si sono espressi con un referendum, nei limiti che la legge impone. E questo Seri non lo sta facendo – chiude Omiccioli – Alla faccia del coinvolgimento della popolazione, tanto sbandierato in campagna elettorale. Iniziamo proprio male.

MASSIMO 100 Giorni – Resoconto. Ecco cosa chiedono i cittadini fanesi sul sito di Mascarin

“I problemi della nostra città sono tanti e di difficile soluzione – scrive il Comitato Mascarin 2014 – Non tutto potrà essere affrontato e risolto immediatamente. Per questo abbiamo provato a chiedere l’aiuto dei cittadini fanesi per individuare quelle tematiche che dovranno essere affrontate con urgenza nelle prime sedute della nuova Giunta e del nuovo Consiglio Comunale. Nelle giornate di Mercoledì e Giovedì abbiamo attivato un questionario online sul sito www.samuelemascarin.it in cui i cittadini potevano liberamente esprimere quali tematiche secondo loro richiedono una maggiore rapidità di intervento. Questo è stato solo il primo esperimento, e visti i risultati, sicuramente sarà riproposto in futuro su altre tematiche che riguardano la nostra comunità. In poco più di 48 ore più di 200 persone hanno risposto, esprimendo la loro opinione su due quesiti di estrema urgenza.

Il primo riguardava alcuni problemi irrosolti della nostra città come le nuove povertà, il degrado urbano e l’aiuto alle realtà economiche della nostra città. Quello che esce dai risultati è che quasi il 30% dei votanti ci chiede di agire con urgenza sui problemi sociali, abitativi ed economici che attanagliano molti nostri concittadini. Circa il 25% si è espressa per affrontare i problemi di degrado e sporcizia in cui versa Fano. L’aiuto alle attività economiche della nostra città è sentito come un’urgenza dal circa il 20% dei rispondenti. Il questionario prevedeva anche la possibilità di indicare liberamente la propria priorità, data da più del 10%. In queste indicazioni risalta la richiesta di mantenere l’Aset comunale e pubblica e di avere un’Amministrazione comunale trasparente (molto gettonata è la richiesta di adottare gli open data in Comune).

Il secondo quesito riguardava il modo in cui dovrà essere formata la nuova giunta comunale. Anche questa domanda prevedeva la possibilità di dare una risposta libera. Quello che emerge dalle risposte è un sostanziale equilibrio fra la richiesta di persone preparate e competenti (circa 37%) e giovani e innovative (circa 40%), meglio, come si evince dalle risposte libere, se un assessore racchiuda in sè entrambe le caratteristiche. Dalle risposte libere emerge una forte voglia di cambiamento, infatti una delle parole più utilizzate da chi ha risposto è stata nuovo o suoi sinomini”.

 

 

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>