Espectaculo Rossi ci mette la… firma ma vince sempre lui: Marquez (e sono 7) padrone, Vale secondo all’ultimo respiro brucia Pedrosa

di 

15 giugno 2014

Superselfie autografato: Rossi, Marquez e Pedrosa. Foto tratta da twitter

Superselfie autografato: Rossi, Marquez e Pedrosa. Foto tratta da twitter

Come si dice spettacolo in spagnolo? In due parole: Valentino Rossi. A Montmelò, a Barcellona, vince Marquez (settimo centro) ma il dottore dà espectaculo per tutta la gara, cercando di rovinare la fiesta agli spagnoli Marquez e Pedrosa, e all’ultimo respiro complice un “largo” di Pedrosa ottiene un ottimo secondo posto.

Staccate da paura, sudore freddo in curva, tamponamenti sfiorati: alla fine, Marquez conquista la settima vittoria stagionale, Pedrosa nell’ultima curva, all’ultimo tentativo di sorpasso utile va dritto (ma non esce) e Valentino si infila tra i due spagnoli aggiudicandosi la seconda pizza.

ROSSI D’ALTRI TEMPI, SOFFERENZA DUCATI

Marquez  è il solito marziano ma Rossi, questo Rossi, sembra vivere una seconda o terza giovinezza. Sempre dietro, dopo Pedrosa, Lorenzo: il maiorchino si è eclissato dopo una buona partenza. A seguire Bradl, i fratelli Espargaro, Dovizioso e Iannone a conferma dell’ennesima gara difficile in casa Ducati.

IL MOMENTO

E pensare che Pedrosa, in staccata, a due giri dalla fine  si era guadagnato la testa della gara dopo aver superato al giro 22 un Valentino Rossi che, per diversi giri, ha dominato la gara. Marquez, però, non ha perso tempo sfoderando un millimetrico sorpasso interno, da campione, sul robottino spagnolo.

MOTO 3: Enea Bastianini da Rimini, una nuova stella

Il riminese Enea Bastianini, 16 anni, in forza alla Ktm Gresini, alla sua primissima stagione in Moto3, sale sul secondo gradino del podio. Gara perfetta finita alle spalle di Alex Marquez (Honda) e davanti Efren Vazquez (Honda).

MOTO 2, Rabat detta legge, Morbidelli cade e si rialza

Tito Rabat domina in casa, vince e allunga in classifica su Mika Kallio (4°).  Secondo posto per  Viñales, terzo il francese Zarco. Morbidelli, dopo essere caduto al primo giro, è ripartito con la solita grinta arrivando 21°.  Mattia Pasini 6° posto, Baldassarri 11°, fuori De Angelis.

 

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>