Vale c’è. Maiuscolo Tonucci, peccato Fenati: i marchigiani al Montmeló

di 

16 giugno 2014

Superselfie autografato: Rossi, Marquez e Pedrosa. Foto tratta da twitter

Superselfie autografato: Rossi, Marquez e Pedrosa. Foto tratta da twitter

PESARO – Dopo lo spettacolare Gp del Montmeló ormai anche i sassi lo hanno capito: senza Marquez in pista, quest’anno Vale Rossi avrebbe conquistato il decimo titolo.

Fratelli mondiali. Ma Marquez c’è, ha vinto la settima gara consecutiva e ieri pure suo fratello, il giovane Alex, ha conquistato la vittoria nella gara della Moto3. Non era mai successo, in 65 anni di Mondiale, che nello stesso giorno due fratelli salissero sul gradino più alto del podio.

Marquez c’è. E’ accaduto nel Gp di Barcellona dove Vale Rossi nella classe regina ha disputato la più bella corsa dell’anno, il “vecchietto” della MotoGp è andato forte e con la solita ironia ha detto: “La differenza tra le gare disputate e vinte quando io ero giovane quelle di oggi, è che allora al via non c’era Marquez”.
Si perché oggi c’è il “Cabroncito”, il ragazzo di 21 anni di Cervera che in 25 gare disputate nella MotoGp ne ha vinte 13 e ha ottenuto 15 pole.

La paga del Dottore. Il Dottore ha cercato di arginare con tutte le sue forze lo strapotere di Marquez: ha cambiato capo tecnico, stile di guida e si è allenato come non mai nell’inverno ma non ha colpito l’obiettivo principale, ha invece centrato quello secondario che in ogni caso è importante: ha conquistato il ruolo di leader in Yamaha e un contratto di prima guida che presto rinnoverà con la casa dei tre diapason visto che Lorenzo, anche ieri, ha preso paga dal Dottore. E che paga.

Che peccato Fenati. In Moto 3 bella la gara di Fenati il quale, dopo una rimonta da urlo, ha sciupato tutto nelle fasi finali nello scontro con Bastianini che ha privato l’ascolano del team Sky di un podio quasi certo, relegandolo in quinta posizione mentre il debuttante riminese del Team GO&FUN – dopo solo sette gare nel mondiale – ha agguantato un secondo posto che ha fatto felice il buon Gresini.

Maiuscolo Tonucci. Bravo Alessandro Tonucci, 13esimo al traguardo, autore di una gara maiuscola: il fanese ha preso le misure alla Mahindra e anche al Montmeló è andato a punti dopo una lotta “feroce” combattuta per tutta la gara nel plotone degli inseguitori, non male come sempre il team pesarese Ongetta Rivacold che ha piazzato Masbou all’undicesimo posto.

Finalmente Pasini. In Moto 2 finalmente un buon risultato per il riminese Mattia Pasini, ottimo sesto, 21esimo Morbidelli caduto, non per sua colpa, alla prima curva, ottima prestazione per il fermano Lorenzo Baldassari 11esimo al traguardo.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>