Festival Nazionale d’arte drammatica, ecco le 9 opere in concorso

di 

19 giugno 2014

PESARO – Sono state selezionate le 9 opere in concorso al 67° festival nazionale d’arte drammatica di Pesaro in programma al teatro Rossini dal 21 settembre al 9 novembre 2014.

Un momento della presentazione

Un momento della presentazione

Quest’anno sono cinque le compagnie al debutto in questa manifestazione: I Pinguini di Firenze con <A come Adolphe>, in scena il 26 settembre, La Betulla di Brescia con <Alcesti o la recita dell’esilio> (14 ottobre), il Teatro dell’inutile di Firenze con <Il giardino di aranci fatto in casa” (17 ottobre), il Teatro villaggio indipendente di Torino con <La lucidità della bilancia ovvero l’incontro> (19 ottobre) e la Orion Theatre di Terni con <Non si sa come> (28 ottobre). Gli altri gruppi hanno già partecipato altre volte, vincendo pure come la compagnia al castello di Foligno che quest’anno propone <Il crogiuolo> il 7 ottobre e la Barcaccia di Verona che presenta il 31 ottobre <Il ventaglio>.
Ad aprire il cartellone <La dodicesima notte> allestita dall’accademia Campogalliani di Mantova, un omaggio a Shakespeare.
Ad arricchire il programma anche due spettacoli fuori concorso al teatro Sperimentale: <Natale in casa Cupiello> del teatro Dioscuri di Salerno il 4 ottobre, in ricordo di Eduardo De Filippo scomparso 30 anni fa, e il 4 novembre <Mato de guera> del Satiro Teatro di Treviso, a 100 anni dall’inizio della prima guerra mondiale.
“La kermesse cresce ogni anno di qualità – commenta il vice sindaco e assessore alla cultura del Comune Daniele Vimini -, grazie all’ottimo lavoro del presidente Paccapelo e del direttore artistico Della Chiara. Per la nostra città è una grande opportunità culturale con una bella vetrina nazionale>.
Dopo il record di presenze della scorsa edizione, 500 spettatori di media per 9 spettacoli, di cui 3 con tutto esaurito, quest’anno c’è il record delle richieste pervenute per partecipare, 110, in prevalenza da Veneto, Lombardia e Lazio.
<La commissione selezionatrice, composta da Sora, Rivelli, Donatini e Lucchetti, ha dovuto vedersi per due mesi tutte le opere pervenute– spiega il presidente Giovanni Paccapelo -, alla fine è stato confezionato un cartellone di alto spessore>.
Presidente della commissione e direttore artistico del festival Cristian Della Chiara: <E’ nato un programma importante ed equilibrato – afferma Della Chiara -, che tiene insieme i classici, i contemporanei, testi lievi, divertenti e opere dense e intense. E’ l’offerta migliore che potevamo fare, confermando che il festival è una delle perle del nostro territorio>.

Gad

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>