Scuola Rodari, esami Arpam: trovata presenza di stirene derivante dalla ristrutturazione del tetto. Non è tossico ma serve una bonfica

di 

19 giugno 2014

PESARO – Scuola Rodari, esami Arpam nel plesso di via Recchi: è stata trovata la presenza, nei locali immediatamente sottostanti la copertura, di stirene e composti volatili che derivano dalle sostanze impiegate per la ristrutturazione del tetto. Per l’Asur l’inquinamento dello stabile scolastico, pur pari quasi allo zero per le conseguenze della salute di chi frequenta la scuola, dovrà comunque essere quanto prima eliminato attraverso una specifica bonifica.

L’Arpam fa presente che non esistono limiti di legge per l’esposizione agli inquinati rilevati (lo stirene, in pratica, secondo l’Arpam, non ha effetti cancerogeni). Per leggere la relazione integrale dell’Arpam clicca su RELAZIONE ARPAM

L’Asur in una seconda relazione ha invece sottolineato come la presenza di xenobiotici nell’aria indoor della scuola Rodari, rilevata dall’Arpam, indichi la presenza e il grado di inquinamento ma non l’effettiva esposizione di alunni, professori e personale della scuola in quanto la stessa rilevazione è avvenuta per 24 ore di fila (a finestre e porte chiuse), ovvero in un lasso di tempo nettamente superiore a quello di chi frequenta abitualmente la scuola. Per leggere la relazione integrale dell’Asur clicca su RELAZIONE ASUR

Da quanto appreso quindi non si tratta di quindi di sostante tossiche anche se è stata inoltrata richiesta di approfondimento all’Osservatorio epidemiologico ambientale regionale e all’istituto superiore di Sanità.

Ricordiamo che ai primi di giugno c’era stato il trasferimento degli alunni nella biblioteca di Circoscrizione di largo Volontari del sangue, nella parrocchia Santa Croce e in alcuni spazi della Pirandello, con ovvia forte preoccupazione dei genitori degli alunni e del personale della scuola

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>