Mondezza non raccolta. Durante (M5S): “Chi più differenzia paghi meno”

di 

20 giugno 2014

PESARO – Da Henry Domenico Durante, esponente del Movimento 5 Stelle Pesaro, riceviamo le seguenti foto su cassonetti strabordanti e immondizia, in strada sotto le Selve, in zona Celletta:

Questo slideshow richiede JavaScript.

“Una situazione che si protrae da troppo tempo – spiega Durante – Ho fatto numerose segnalazioni a Marche Multiservizi che fa “spallucce” nonostante la ghiotta Tari. La domanda sorge spontanea: come fanno ad aumentare contemporaneamente la percentuale di differenziata e la tariffa dei rifiuti? Il rifiuto differenziato è una risorsa, pertanto i cittadini che investono tempo e spazi di casa per fare bene la differenziata dovrebbero essere ricompensati con la diminuzione delle tasse… e invece? Come sempre il buon senso sembra cosa rara”.

Durante parla di mancanza di educazione e rispetto del prossimo – “Comportamenti virtuosi che dovrebbero essere incentivati con premi per chi differenzia correttamente – e di mancanza di strategie da parte dell’amministrazione comunale per migliorare la situazione.

Tariffa puntuale, raccolta differenziata porta a porta allargata a tutta la città e percorsi di educazione al riutilizzo. Questi i punti cardine del pensiero dei pentastellati che verranno portati in consiglio comunale. “Pensiamo sia inutile applicare metodi coercitivi, magari immaginando nuove tasse oppure appostamenti di vigili in borghese – scrive Durante – Bisogna affiancare strategie di educazione alla differenziazione del rifiuto (mediante incontri nei quartieri, per esempio) a percorsi che insegnino come riutilizzare ciò che pensiamo essere spazzatura (il materasso della foto avrebbe fatto comodo alla Caritas o a Casa Mariolina… no?) e infine a strategie di alleggerimento della bolletta grazie alla tariffa puntuale: più il cittadino è virtuoso, più il cittadino sa differenziare e meno paga”.

Incontro richiesto. Durante chiede un incontro al sindaco Ricci e a Pieri. “Devono fare come il sindaco a 5 Stelle di Bagheria, che da neoeletto ha messo i guanti e cominciato a sistemare a braccia le situazioni ereditate come queste, né di risolvere il grave conflitto di interesse che vede l’erogatore del servizio di raccolta porta a porta gestire le discariche della provincia (è come se l’Avis fosse gestito dal conte Dracula CIT: Maurizio Pallante), ma visto che si sbandieravano in campagna elettorale milioni di euro di risparmi a Pesaro, o più correttamente che non si è saputo come investire, almeno fatevi consigliare da noi come gestire questa situazione che ha certamente un carattere di urgenza. Non vorrei che tra qualche mese si incominci a parlare addirittura di… inceneritori…”.

Chiosa. “Adesso vi basta poco per differenziarvi davvero, vi basta riciclare e riutilizzare le nostre proposte”.

Un commento to “Mondezza non raccolta. Durante (M5S): “Chi più differenzia paghi meno””

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>