Pesaro, notizie flash: lunedì consiglio comunale, martedì partono i lavori in viale Trento. E Pesaro Musei presenta due eventi. Stazione Gauss: Basement Monkey

di 

20 giugno 2014

PESARO – Dopo l’insediamento di qualche giorno fa, lunedì a Pesaro si terrà il consiglio comunale. L’appuntamento è per le ore 18. In scaletta, tra gli altri punti, mozioni, ordini del giorno e istituzione delle commissioni consiliari permanenti.

Lavori in viale Trento. Intanto l’Assessorato all’Operatività del Comune di Pesaro informa che da martedì viale Trento sarà chiuso a tratti. Dopo via Gagarin, a partire da martedì 24 giugno nuovo manto stradale anche per viale Trento, secondo un cronoprogramma che intende riqualificare le vie cittadine pesaresi più bisognose. L’intervento interesserà la corsia di marcia che da via Rosselli conduce a viale Repubblica, per un totale di circa 600 metri. La via sarà chiusa a tratti, in relazione all’andamento dei lavori, a partire dalle ore 8 fino al termine delle operazioni di asfaltatura.

Musei Civici. Per la 50esima edizione della Mostra Internazionale del Nuovo Cinema, Pesaro Musei presenta due eventi dedicati a giovani artisti. Dal 22 al 27 giugno (dalle 21 alle 24, a ingresso libero) la Sinagoga ospita Lingua madre di Carloni-Franceschetti (suono Scott Gibbons). L’opera viene esposta in forma di installazione, con un campo di impulsi luminosi e sonori che interagiscono col corpo e con la mente dello spettatore come fossero allucinazioni. Altro interessante lavoro di ricerca è il video dell’Accademia di Belle Arti di Urbino FiveWordsForTheFuture, allestito dal 24 al 29 giugno a Palazzo Mosca (dalle 10 alle 13 e dalle 16.30 alle 19.30, anche questa a ingresso libero). Alcune persone sono state intervistate, chiedendo loro di esprimere e giustificare cinque parole chiave per il futuro. Nella proiezione le parole si allontaneranno verso l’alto, in un futuro vago e opaco che, tuttavia, conserva una proprietà: il colore, simbolo di ciò che stiamo già costruendo. Il progetto di Giorgia Benvenuti è parte di un progetto più esteso che si concluderà con la mostra multimediale di materiali audiovisivi: CINQUE PAROLE PER IL FUTURO / FIVE WORDS FOR THE FUTURE, l’arte come filosofia della contemporaneità, organizzata dall’Accademia di Belle Arti di Urbino e partners europei, in programma ai Musei Civici di Pesaro da ottobre 2014 a gennaio 2015.
Info su PESARO MUSEI, telefono 0721.387541, biglietteria Palazzo Mosca negli orari di apertura dei Musei (da martedì a domenica 10-13 e 16.30-19.30), www.pesaromusei.it, pesaro@sistemamuseo.it.

BASEMENT MONKEY IN MOSTRA A STAZIONE GAUSS – IL PUNTO DI INCONTRO DI REALTA’ EMERGENTI

 Nato a Pesaro da oltre un anno, Basement Monkeys è il punto di incontro di professionisti con abilità e campi differenti: musica, arte, design, progettazione e artigianato a servizio dell’innovazione e della multicanalità. La creazione di un progetto, dal suo atto creativo iniziale alla realizzazione fisica è infatti un aspetto spesso tralasciato nella modernità. Un aspetto antico, che, per i BM’s necessita di essere ri-scoperto, ri-generato e ri-utilizzato. Attraverso il recupero del lavoro di “officina” il collettivo vorrebbe ri-educare ad un rapporto più consapevole del “lavoro su commissione”, della creatività che sta a monte di un progetto e dell’originalità che solo mani esperte possono conferire ad un’idea. Il collettivo si propone così di fungere da melting pot internazionale al fine di creare qualcosa di unico, nel suo stile. Dal 22 al 29 giugno Basement Monkeys sarà presente alla STAZIONE GAUSS (Piazzale Falcone e Borsellino 17) con una mostra “00”. Dalle ore 18:00 alle ore 23:00. Una mostra legata all’identità del progetto di artigianato ed alle evoluzioni del suo futuro. Basement Monkeys basementmonkeys@gmail.com https://www.facebook.com/basementmonkeys

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>