#pesaroviva, Ricci rianima così la città by night: feste in spiaggia, musica dal vivo in tutti i locali, il venerdì pesarese e la “liberazione” del Mercato delle Erbe e piazza Mosca

di 

20 giugno 2014

PESARO – Pesaro viva. Ma anche viva Pesaro. Come incitamento, auspicio e pure caratteristica portante. Nel senso di “viva” come musica live. Più che un pacchetto (4 ordinanze e un bando), la cura-Ricci per ridare vita alla Pesaro by night è una cartella piena di interventi di microchirugia: per tutta la città e, in particolare, per spiaggia, costa, centro storico e piazza Mosca. Dalla musica dal vivo che, da oggi, sarà possibile in tutti i locali della città alla liberalizzazione completa dei giorni di festa (che i locali potranno scegliere) passando per l’esperimento dei due “venerdì pesaresi”, previsti a cavallo di luglio e agosto, da vivere lungo i sei chilometri di ciclabile sulla costa cittadina.

 

TANTE NOVITA': FARE E NON ASPETTARE

Un momento della presentazione

Un momento della presentazione

Non solo: il pacchetto comprende anche il Mercato delle Erbe messo a disposizione per chiunque, il sabato e la domenica, dalle 4 del pomeriggio del sabato alla mezzanotte della domenica, voglia aprire attività eno-gastronomiche, artistiche e musicali. Infine, Piazza Mosca libera: vie definitivamente le auto, con una ordinanza, e il prossimo 1 luglio una festa per la “liberazione”, con museo aperto e iniziative culturali “Restituiamo alla città un salotto – ha detto Ricci – Dove nel tempo cambierà anche l’arredo urbano”. Ai dettagli ci sta lavora Briglia, per rendere l’impatto per i residenti il meno traumatico possibile. “Molti mi dicono: stai facendo quello che hai detto in campagna elettorale – racconta Ricci -. Certo: dobbiamo recuperare la fiducia tra cittadini e politica. Certe cose, poi, richiedono tempi più lunghi e sulle quali stiamo lavorando”.

NUOVO HASHTAG: #pesaroviva

Alla conferenza di presentazione del pacchetto #pesaroviva, oltre al sindaco Ricci, hanno partecipato l’assessore alla vivacità Belloni, il vincesindaco Vimini, Stefania Marchionni e i due “consulenti” Santini e Perugini. Ecco i 6 punti nel dettaglio:

PESARO SEMPRE PIU’ CITTA’ DELLA MUSICA

1)Musica dal vivo possibile in tutti i locali di tutto il territorio comunale. Con l’ordinanza di oggi (firmata in diretta da Ricci) si semplificano  notevolmente le possibilità, evitando certificazioni, problemi legati all’impiantistica e si evitano le multe. La spinta è stata la richiesta dei gruppi musicali e dei locali.

PESARO IN FESTA: VAMOS A LA PLAYA

2) Pesaro in festa: inteso come momenti di accoglienza e aggregazioni in spiaggia. Oggi, in spiaggia, si possono fare feste solo al sabato: con questo pacchetto viene liberalizzato il giorno, quindi si potrà scegliere un giorno e, previa comunicazione, organizzare una festa a settimana. “Magari evitando che tutti scelgano lo stesso giorno, in modo da creare un’offerta più varia e ampia possibile – avverte Ricci – Gli orari restano quelli prestabiliti: in Viale Trieste si chiude alle 00.00, in Baia e Sottomonte alle 3″. Attenzione: la musica da ballo non è contemplata.

VENERDI’ PESARESE

3) Venerdì pesarese. Sono previsti due venerdì da sperimentare: 25 luglio e 8 agosto. “Vogliamo mettere insieme tutti gli esercenti che sono lungo la ciclabile pià bella, quella che va dalla Baia Flaminia a Fossosejore – ha spiegato Ricci – Pesaro città del divertimento sicuro. Nei prossimi giorni saranno chiamati tutti gli esercenti. In questi due venerdì cambierà l’orario: la festa partirà dalle ore 18 fino alle 4 di mattina (in viale Trieste la chiusura sarà posticipata all’una di notte). Chiaro il messaggio: muoversi in bici, con postazioni di bici elettriche per fare bike sharing, con navetta che fa avanti e indietro. “Così a Pesaro dalle 18 in poi non prendi più l’auto – spiega ancora Ricci – Con orari sfalsati inseriti in un’unica programmazione unica. I locali non sono concorrenti tra di loro ma lavorano insieme. Se questo appuntamento funziona, il prossimo anno diventerà stabile e allungato a tutta l’estate”.

WEEKEND AL MERCATO

Weekend al mercato: mettere a disposizione il Mercato delle Erbe, dalla fine della vendita del sabato a vantaggio di coloro che vogliono aprire attività musica, concerti o enogastronomia. Partirà da settembre e l’idea è di farla durare tutto l’inverno (il primo bando sarà di 4 mesi), per dare a persone diverse la possibilità di rotazione. Il bando premierà il progetto, non chi offre di più, e ai giovani in accordo con negozi già esistenti nel centro. Il bando esce entro la fine luglio. “Vedremo come va – spiega Ricci, questo è un esperimento – poi andremo avanti di quadrimestre in quadrimestre”.

PIAZZA MOSCA LIBERA

Piazza Mosca libera. Vie le auto da Piazza Mosca. L’ordinanza porterà via definitivamente le auto da piazza Mosca e il 1 luglio ci sarà una festa per la liberazione della piazza dalle auto, con il museo aperto, iniziatie cuturali,

Belloni: “L’ìdea è di valorizzare i gruppi musicali che ci sono, perché a Pesaro non c’è solo il Conservatorio. Ci sono tanti gruppi conosciuti più fuori Pesaro che a Pesaro. Oggi apriamo a questo fronte qui. Le critiche? Noi abbiamo bisogno di critica ma dobbiamo far squadra, la necessità è questa. Se questo è da stimolo per fare meglio, continueremo in questa direzione”.

Ricci: “La notte bianca non ci piace, questo pacchetto invece dà una volta alla settimana la possibilità organizzare feste. La città si deve caratterizzare per qualcosa: noi non nabbiamo una piazza unica o un lido: noi abbiamo seu chilometri di costa. Quindi sfruttiamo questi 6 chilometri che sono già caratterizzati dalla pista ciclabile. Ma serve capacità di coordinamento di questi eventi. Non vuole essere venerdì di sballo, ci devono essere tante proposte diverse: dai bambini ai grandi . Noi dovremo coordinare le varie proposte. Noi facciamo un esperimento, servirà per prendere le misure: se arriviamo all’una, gestita in modo giusto, si potrà in futuro anche arrivare ad altro. Serve intelligenza da parte di chi gestisce l’evento. Vorremmo svilupparlo per tutti i mesi estivi. In questi due venerdì allunghiamo di un’ora. Diamo un piccolo impulso all’economia locale. In aggiunta a quello che già si sta facendo. Non volevamo aspettare. Il tema del venerdì potrebbe diventare qualcosa estendibile anche al periodo invernale. Ci ragioneremo. Preferiamo sbagliare che aspettare. La novità è questa”

Vimini: “E’ importante moltiplicare i palcoscenici della città per dare spazio alla musica locale. Tutta la città diventa un palco. Questo meccanismo riduce i costi sia per chi fa musica sia per chi organizza l’offerta. Non solo Rossini, quindi, ma fare musica nella città di Rossini. Piazza Mosca? E’ una vetrina culturale, vorremmo recuperare anche la cancellata originaria e mettere in dialogo non solo idealmente palazzo Mezzolari e palazzo Mosca”.

 

 

Un commento to “#pesaroviva, Ricci rianima così la città by night: feste in spiaggia, musica dal vivo in tutti i locali, il venerdì pesarese e la “liberazione” del Mercato delle Erbe e piazza Mosca”

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>