Formula 1: in Austria vince Rosberg… e la Mercedes torna a dominare

di 

22 giugno 2014

ZELTWEG (Austria) – Dopo la vittoria di Ricciardo in Canada e la prima fila della Williams nelle prove di ieri, ci eravamo tutti un po’ illusi che il dominio della Mercedes e dei suoi piloti – anche se parzialmente – lo si potesse arginare, invece come diceva il grande Bartali “E’ tutto da rifare”.

Nico Rosberg

Nico Rosberg

Altra doppietta Mercedes. A Zeltweg ennesima doppietta, la sesta su otto gare, delle “Frecce d’Argento”, con Nico Rosberg che domina ancora, precedendo un sempre più perplesso e insoddisfatto Hamilton. L’inglese della Mercedes ormai è chiaro che soffre la vicinanza di Rosberg, che consolida il primato, però invece di fare la faccia da “bambino viziato” al quale tutto è dovuto, dovrebbe concentrarsi sui propri errori come quello di ieri, o a preparare la sua macchina meglio del compagno, perché ormai è chiaro che la squadra almeno per il momento vista la superiorità non fa preferenze fra i piloti. Ottimo terzo il giovane finlandese Bottas con la Williams dominatrice delle prove, maluccio il compagno Massa, l’ex ferrarista forse per colpa di una errata strategia, non va oltre un modesto quarto posto, risultato deludente considerando come si erano messe le cose ieri e nelle prime fasi della corsa oggi.

Capitolo Ferrari. Alonso conquista un buon quinto posto, dimostrando come sempre aggressività con una F14T, che sembra sulla strada buona per uscire dal tunnel e con la quale lo spagnolo ha compiuto diversi giri veloci. Ieri avevamo detto che per scaramanzia della Rossa ne avremmo parlato oggi, forse abbiamo peccato in eccesso, ma con un po’ più di fortuna forse il podio si poteva conquistare, non è bello affidarsi alla buona sorte, ma in questo momento è uno degli elementi per far quadrare il cerchio di una Ferrari che lotta per vedere un po’ di luce. Comunque un piccolo passo avanti nella lotta per la seconda posizione nella classifica costruttori, vista anche la debacle della Red Bull, che sul rinato circuito austriaco, voluto fortemente e con un ingente investimento dal proprio fondatore Mateschitz, ha ottenuto solo un deludente ottavo posto con Ricciardo, ombra del pilota visto finora, mentre Vettel irriconoscibile, dopo il flop di ieri, oggi ha subito un arresto dovuto a problemi alla power unit.

Tutti a Silverstone. Fra quindici giorni si va a Silverstone, altro monumento della F.1. L’autodromo inglese non è più quello velocissimo di un tempo, ma serve comunque ancora velocità e trazione, cosa che hanno solo la Mercedes e le Scuderie che adottano l’unità tedesca, non certo la Ferrari. Aspettiamo ancora nella speranza di essere smentiti.

Classifica
Rosberg – Mercedes
Hamilton – Mercedes
Bottas-Williams Mercedes
Massa-Williams-Mercedes
Alonso-Ferrari
Perez-Force India-Mercedes
Magnussen – McLaren-Mercedes
Ricciardo-Red Bull-Renault
Hulkenberg-Force India-Mercedes
Raikkonen-Ferrari

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>