Simoncelli guarda dall’alto e sorride: Sykes (doppietta) e Melandri si esaltano nella pista dedicata al grande Marco. Superstock: Savadori e Starline da urlo!

di 

22 giugno 2014

MISANO – Doppietta di Sykes in gara 2 al Misano World Circuit Marco Simoncelli.

Il portacolori della Kawasaki ha vinto alla grande, con una mano sola visto i dolori per il botto di Sepang, anche la seconda manche.

 

Al via era scattato come un fulmine Giugliano, il pilota della Ducati era scatto così forte che la direzione gara lo ha penalizzato per partenza anticipata, punizione che Davide ha scontato al terzo giro percorrendo la corsia dei box e dando così vial libera alla cavalcata solitaria di Sykes.

 

Gara due non è stat però monotona come la prima ed è vissuta sul duello tra Melandri, terzo la traguardo, che ha provato sino in fondo a superare Baz senza però riuscirci.

 

Quarto al traguardo Guintoli con l’altra Aprilia, nonoi Giugliano autore di una furuosa rimonta dopo la penalità, 11esimo Badovini con la Bimota.

Cadutre senza conseguenze per Davies e Iddon e, dopo questa gara, Sykes incrementa il suo vantaggio in classifica portando i suoi punti a 251, 212 per Guintoli, 210 per baz, 199 per Rea e 179 per Melandri: prossima gara in portogallo sul circuito di Portimao.

 

Superstock 1000

 

Lorenzo Savadori partiva dalle pole e ha vinto la gara di Misano della Superstock 1000 alla Sykes, ovvero dominando dal primo al decimo giro quando la corsa è stata interota con la bandiera rossa per una spettacolare e incruenta caduta di Federico Sandi che era al secondo posto.

 

Savadori primo, quindi sul podio Mercado e Massei nell’ordine .<Una vittoria importunate – ha detto Savadori- che dedico al team Pedercini e al Cesena che è in serie A>. Il pilota, seguito dalla Starline di Pesaro, con questo successo conquista la seconda piazza in classifica: 72 punti per Mercado, secondo Savadori con 58 punti.

Sfortuna nera per Simone Grotzkyj Giorgi caduto nella fasi iniziali della corsa.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>