Angels Ranocchi, addio ai playoff a testa alta a Roma

di 

23 giugno 2014

Ranocchi Angels in azione a Roma

Ranocchi Angels in azione a Roma

Finisce ai quarti di finale l’avventura nei playoff dei Ranocchi Angels. A testa alta, ma con qualche rimpianto (30-17 il risultato). Il presidente Frank Fabbri ringrazia prima di tutto i suoi ragazzi: “Gli infortuni di fine stagione purtroppo si sono fatti sentire. Le condizioni climatiche erano toste, un caldo terribile, tanto che i ragazzi si riparavano all’ombra appena potevano. Ho visto una grande difesa, ci è però mancato un guizzo vincente, che Roma ha trovato sul finire del match. Abbiamo fatto meglio dell’anno scorso, ma non ci basta: per l’impegno che ci mettiamo vogliamo di più”.

Il sogno sfuma sul finire del terzo quarto, sul 22-17 per i Grizzlies, quando pare che gli Angels stiano per ribaltare l’inerzia del match. Fin lì, con due corse entusiasmanti di Pas concluse in touch-down e le precise trasformazioni di Carlini, i pesaresi avevano ribattuto colpo su colpo ai padroni di casa.

Al 9-0 iniziale, Pesaro aveva risposto riportandosi subito a contatto (9-7). Roma allunga ancora (16-7), ma gli Angels non ci stanno e vanno al riposo ancora col fiato sul collo degli avversari (16-10). Nemmeno l’infortunio di Garofalo scoraggia la truppa, già priva di capitan Leonardi: alla segnatura del n.44 romano (22-10), si replica ancora, per quel 22-17 che sembra poter aprire scenari di gloria, mentre sul fronte romano serpeggia del nervosismo evidente. Purtroppo, a gelare gli entusiasmi dei ragazzi di Pippi Moscatelli, arriva un lancio del qb romano vicino all’end-zone acchiappato al volo, quindi i Grizzlies osano, scegliendo la trasformazione da due punti, che va a segno: 30-17. Nonostante i tentativi disperati dell’ultimo quarto, il punteggio rimane lo stesso e i Ranocchi devono salutare i playoff. Con orgoglio e qualche rimpianto.

 

Un commento to “Angels Ranocchi, addio ai playoff a testa alta a Roma”

  1. Coach Peter scrive:

    “già priva di capitan Leonardi”? Leonardi non è un capitano !!!!!

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>