A Urbino deleghe anche per i Consiglieri. E Guidi è presidente dell’assise

di 

25 giugno 2014

URBINO – Si è svolto lunedì, in una gremita sala Serperi del collegio Raffaello, il primo Consiglio comunale di Urbino con la giunta Maurizio Gambini.

C’è anche Sgarbi. Tutti presenti: assessori, consiglieri di maggioranza e minoranza e con un po’ di ritardo arriva anche Vittorio Sgarbi, assessore alla Rivoluzione, alla Cultura e Agricoltura che si occuperà anche di difesa del paesaggio e del centro storico.

Il giuramento di Gambini e Guidi presidente. Prima di procedere con il giuramento del neosindaco Gambini il consiglio, guidato temporaneamente da Piero Sestili (consigliere del Partito democratico) ha provveduto ad eleggere il presidente del Consiglio comunale. La consigliera Elisabetta Foschi, a nome della maggioranza, ha indicato Massimo Guidi, mentre l’opposizione si è astenuta dal nominare un candidato. L’opposizione Pd si è astenuta anche dal voto e la consigliera Maria Clara Muci ha preso la parola, augurando un proficuo lavoro alla nuova giunta: “Ci troviamo per la prima volta all’opposizione, sarà un’opposizione proficua e determinata, nell’interesse dei cittadini e della città e non faremo attacchi alle persone, ma sulle cose fatte o da fare”. Con 11 voti favorevoli, 5 astenuti e una scheda nulla, Guidi è stato eletto presidente del Consiglio comunale.

Gli assessori. Dopo il giuramento di Maurizio Gambini, si è proseguiti con la presentazione degli assessori: Christian Cangiotti (Bilancio), Roberto Cioppi (Urbanistica), Lucia Ciampi (Servizi sociali e Istruzione), Maria Francesca Crespini (vicesindaco con deleghe a Promozione turistica e commerciale, Eventi e Spettacoli, Riqualificazione degli ambiti urbani) e Vittorio Sgarbi (Rivoluzione, Cultura e Agricoltura, Valorizzazione paesaggio e Centro storico). Mentre Ciampi raccomanda all’attuale minoranza di essere severa quanto lei lo è stato con la maggioranza nella passata legislatura, Crespini e Sgarbi annunciano che i loro assessorati lavoreranno a stretto contatto e che stanno studiando i prossimi eventi per la città.

Deleghe ai consiglieri. Maurizio Gambini ha tenuto per sé le deleghe al Personale, Polizia municipale e Lavori pubblici, affidando le altre deleghe ad alcuni consiglieri: Elisabetta Foschi per la Sanità, Raffaella Vittoria Pari opportunità, Laura Scalbi Politiche giovanili, Marianna Vetri Sport e a Massimiliano Sirotti la delega Rapporti con il territorio. Al termine il consigliere Pd all’opposizione Piero Sestili ha sollevato l’incongruenza e la non validità giuridica di dare deleghe ai consiglieri, in quanto lo statuto non lo prevede, chiedendo quindi al sindaco se era intenzionato a portare cambiamenti.
Maurizio Gambini ha premesso che sarà sua premura dare voce e ascoltare attentamente la minoranza, in quanto, provenendo dalla maggioranza prima e dalla minoranza po,i sa le difficoltà e le esigenze dei consiglieri che siedono nei banchi dell’opposizione.

Il nuovo Consiglio Comunale, con Massimo Guidi presidente, è così composto:

Composizione consiglio comunale Urbino

 

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>