Rossi “strepitosamente” settimo. Ad Assen il dottore fatica. E fortuna che il tracciato doveva favorire la Yamaha…

di 

26 giugno 2014

Strepitoso Valentino Rossi nella prima giornata di prove ad Assen: il Dottore è il secondo degli italiani e settimo in classifica dietro anche a Smith.

 

Chiaramente “strepitoso” apre il pezzo per accentuare tutta la delusione dei tifosi pesaresi (e non solo) che dal nove campione del mondo si aspettavano qualcosa di meglio dopo le tante dichiarazioni di competitività della vigilia del tipo :< Il circuito mi piace… questo è un tracciato adatto alla Yamaha… qui ho vinto il mio ultimo Gp…>

 

Ma Vale col mezzo secondo genetico che ha sul polso destro , come sostengono quelli del suo cerchio magico e scrivono i non pochi cronisti compiacenti, sicuramente domani e soprattutto sabato nel giorno della gara, tirerà fuori il classico coniglio dal cappello e ci stupirà con effetti speciali.

 

Nella intervista di rito nel dopo prove però Vale non ha mancato di dare una stilettata alla Yamaha. L’oggetto del contendere sono i nuovi scarichi della M1: <Qui erano disponibili solo tre coppie di scarichi- ha detto Rossi- due coppie le hanno date a Lorenzo a me una, forse le hanno date a lui perché è avanti in classifica di campionato>. Tutti sanno che Rossi è davanti a Lorenzo in classifica mondiale e, quindi, la polemica del Dottore è evidente e pure voluta:<In ogni caso- ha spiegato Rossi- le qualifiche non sono andate male perché abbiamo capito cosa fare per migliorare l’assetto>.

 

Il più veloce in Moto Gp è stato Aleix Espargaro con la Yamaha Open, che si è preso il gusto di mettersi dietro un Marquez comunque sempre bellissimo da vedere, e “torero camomillo” Pedrosa in discreto spolvero e parecchio veloce nel turno inaugurale di libere nella terra dei tulipani.

 

Quarto Lorenzo: <Mi aspettavo di più- ha detto Jorge- domani dovrò cambiare il setting>, quinto un ottimo Andrea Iannone che con la Ducati del team senese Pramac di Paolo Campinoti si è preso la soddisfazione di mettersi dietro le Ducati ufficiali di Dovizioso, decimo e Crutchlow tredicesimo.

 

BASTIANINI IL PIU' VELOCE NEL PRIMO GIORNO DI PROVE AD ASSEN. ANTONELLI 11°

BASTIANINI IL PIU’ VELOCE NEL PRIMO GIORNO DI PROVE AD ASSEN. ANTONELLI 11°

E pensare che per i colori italiani la mattinata era iniziata benissimo con Enea Bastianini davanti a tutti in Moto3: l’esordiente pilota riminese del team GO&FUN di Fausto Gresini è la vera rivelazione di questo mondiale, è veloce e pure simpatico e- se continua così- potrà ben presto entrare nelle simpatie di tanti appassionati. Intanto Enea si è preso un bravo da Rossi i diretta Tv.

 

Quinto tempo per Fenati, 11° Anronelli, 12esimo Bagnaia, 16esimo il pilota del team pesarese ongetta-Rivacold Masbou. Al 21esimo posto Ferrari del team Italia, 24esimo il fanese Tonucci, 27esimo Locatelli.

 

In Moto 2 dominio di Rabat, secondo Lowes, portacolori del team italiano Speed Up, primo degli italiani Pasini 14esimo che ha preceduto Corsi, 17esimo De Angelis, 23° Morbidelli, 30° il marchigiano Baldassarri.

 

 

Un commento to “Rossi “strepitosamente” settimo. Ad Assen il dottore fatica. E fortuna che il tracciato doveva favorire la Yamaha…”

  1. gennaro scrive:

    penso che “quel mezzo secondo genetico che ha sul polso destro” sia geniale, anche … artistico.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>