Rapinata e sequestrata: l’incubo di una fanese di 79 anni

di 

29 giugno 2014

FANO – Nemmeno fossimo nel Bronx. Oppure in uno di quei film che lasciano col fiato sospeso dalla prima all’ultima scena. Una donna fanese di 79 anni è stata rapinata e sequestrata, trascinata fino alla romana Anzio in un tragitto di oltre 400 chilometri.

I fatti. L’agghiacciante episodio si è materializzato nella notte tra giovedì e venerdì. Il Carlino di oggi racconta che l’anziana donna sta bene, dopo che è riuscita a dare l’allarme ai carabinieri mettendosi in contatto con il figlio. Ha raccontato di essere stata imbavagliata e rapita da uno straniero – un rumeno di 24 anni – che aveva lavorato come muratore per una decina di giorni nella sua villetta in via di ristrutturazione. Un giovane, ha detto la donna, che l’avrebbe fatta scendere in strada verso le 22 di giovedì, l’avrebbe imbavagliata, le avrebbe rubato 5.000 euro in contanti e diversi gioielli, prima di trasportarla ad Anzio, sul litorale laziale, dove avrebbe contatti per una fuga più sicura.

Contorni da definire. La vicenda, che ha dell’incredibile, però ha dei contorni da stabilire perfettamente. Non è chiaro, infatti, perché sia stata portata ad Anzio e con quale auto. Il dato è che la donna di 79 anni è riuscita a contattare figlio e carabinieri grazie al titolare di un bar, dopo che il sequestratore l’aveva lasciata in auto per un po’ non prima di averla minacciata di morte.

Caccia all’uomo. E’ caccia all’uomo estesa in varie regioni d’Italia, ma gli inquirenti hanno paura che possa aver già lasciato il Paese per recarsi all’esteroUna vicenda che ha dell’incredibile finita – grazie al cielo – bene, cioè con la liberazione della sequestrata che apparentemente sta bene, con una ferita nell’anima – però – che porterà dentro di sé per sempre.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>