Don Giacomo Ruggeri è di nuovo un uomo libero: in Appello pena dimezzata e quindi sospesa

di 

3 luglio 2014

Don Giangiacomo Ruggeri

Don Giangiacomo Ruggeri

FANO – Di nuovo libero. La corte di appello di Ancona ha dimezzato la pena inflitta a don Giangiacomo Ruggeri, l’ex portavoce del vescovo di Fano, nonché parroco di Orciano, che era stato condannato in primo grado, lo scorso dicembre, a 2 anni e 6 mesi per atti sessuali su una 13enne e atti osceni in luogo pubblico.

Accolto il ricorso presentato dall’avvocato difensore Gianluca Sposito, tant’è che la pena è stata ridotta a un anno 11 mesi e 10 giorni, e quindi sospesa. Decaduta anche la clausola – riporta l’edizione online del Corriere Adriatico – che lo teneva lontano da Orciano, residenza originaria di don Giacomo e della minorenne con cui si sarebbe abbandonato ad effusioni amorose che poi hanno portato alla condanna.

Il caso era scoppiato nell’agosto del 2012, quando fu arrestato dopo essere stato filmato dalle forze dell’ordine in spiaggia scambiarsi effusioni amorose con una 13enne. Il tutto era partita dalla segnalazione di un bagnino di Torrette che aveva riconosciuto, in borghese, quel ragazzo che era parroco di Orciano, conosciutissimo nell’ambiente ecclesiastico (era stato direttore dell’Ufficio diocesano per le Comunicazioni sociali e portavoce del vescovo di Fano Armando Trasarti) e tra i giovani, visto che era solito organizzare diversi campi scout.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>