Luca Marini nella top ten in Spagna nel Cev. In Portogallo sfortunato Baldolini, disastro Giuntoli in Sbk

di 

6 luglio 2014

PESARO – Da Albacete in Spagna a Portimao in Portogallo, dal Cev alla Sbk per una domenica intensa per gli appassionati di moto.

In Spagna i “ giovani ragazzi” della Moto 3 impegnati nel campionato spagnolo si sono fatti onore. Ha vinto Navarro con la Ioda precedendo Quartararo e Gardner, l’australiano figlio di Wayne, ma al quarto posto si è piazzato Stefano Manzi dopo una bellissima lotta con Migno, quinto, che ha preceduto Bulega sesto al traguardo.

Giovani e veloci come veloce è stato Luca Marini, decimo al traguardo.

Il pilota di Tavullia partiva dalla sedicesima posizione, tra i nostri al via era quello messo peggio, ma Luca ha stretto i denti e dopo uno start non fulmineo ha preso un ottimo passo che gli ha consentito di agguantare la top ten mettendosi dietro piloti ufficiali e molto più esperti di lui come Ono.

Quella di Luca, al pari di quella di Manzi, Migno e Bulega, è stata un gara grintosa e questi giovanissimi piloti ci fanno ben sperare per il futuro. Sono loro le nuove leve italiane che sostituiranno i Rossi, i Dovizioso: adesso stanno facendo con onore esperienza in un campionato impegnativo come quello iberico e noi li seguiremo passo dopo passo intanto facciamo una scommessa: quanti domani parleranno della loro grande gara sui giornali?

 

SUPERBIKE

Due manche spettacolari: nella prima ha vinto Sykes con la Kawasaki precedendo Guintoli e Baz con Melandri quarto e settimo Giugliano in sella alla Ducati.

Se Sykes è stato impeccabile in gara uno, nella seconda si è perso nel diluvio di Portimao. Gara dominata, la seconda manche, da Rea con la Honda mentre Melandri e Guintoli, in sella alle loro Aprlia, disputavano una gara da paura andando a prendere il nordirlandese ma al 13esimo giro Guintoli, tentando di superare Melandri, cadeva travolgendo il suo compagno di squadra.

Melandri è stato costretto al ritiro per il botto mentre Guintoli riprendeva la pista e chiudeva settimo davanti a Skyes.

Sul podio dietro a Rea, Giugliano e Davies con la Ducati per addolcire la giornata agli appassionati italiani, da segnalare il grande nono posto di Badovini con la Bimota.

 

SUPERSPORT

Michael van der Mark con la Honda ha vinto in Supersport precedendo Kennedy e Sofoglu, quarto un convincete Raffaele de Rosa, sesto Zanetti, nono Rolfo che ha preceduto Roccoli

Dopo prove travagliate buon 12esimo posto per Alessandro Nocco, i portacolori del team Italia San Carlo, 13esimo Bussolotti, a punti il romagnolo Fabio Menghi 15esimo, sfortuna nera per Alex Baldolini.

Il pesarese nel, warm-up del mattino, è caduto a causa di una perdita d’olio della sua Mv che poi ha subito anche un principio di incendio a causa del quale Alex non ha potuto prendre il via in gara.

 

SUPERSTOCK

Gara maiuscola per Lorenzo Savadori. Il cesenate del team Pedrecini seguito dalla Starline , ha vinto grazie ad una gara intelligente e tattica.

Partito “con calma” a causa del fondo bagnato, nelle prime tornate non ha forzato risparmiando le gomme ma stando a tiro dai primi poi, dopo metà gara, ha forzato il ritmo ed è andato a conquistare la vetta della gara tagliando il traguardo con un paio di secondi di vantaggio sul suo immediato inseguitore Luciana.

Con questa vittoria Savadori conquista anche la vetta della classifica Mondiale e, con 83 punti, sopravanza Mercado ( 79 punti) oggi in difficoltà e nono al traguardo.

Da segnalare anche la buona prestazione di Massei, sesto con la Ducati.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>