Pilota animalista inarrestabile. Giacomo Lucchetti vince anche al Mugello e poi tuona: “Chi abbandona un animale è un ignorante”

di 

8 luglio 2014

SCARPERIA (Firenze) – Inarrestabile Giacomo Lucchetti. Il pilota animalista che è testimonial dell’Enpa ha trionfato al Mugello nella terza prova del campionato nazionale 250cc Grand Prix 2014. Per lui anche il giro più veloce. Il tutto nella Giornata nazionale contro l’abbandono.

Giacomo Lucchetti in piega

Giacomo Lucchetti in piega

Tre gare tre vittorie. Il pilota pesarese, campione in carica nella classe 250 cc Grand Prix, è a punteggio pieno dopo tre gare. “Una giornata meravigliosa – ha commentato a posteriori – visto che abbiamo vinto ancora rafforzando la nostra leadership. Per la prima volta in stagione, al sabato mi è sfuggita la pole, conquistata dall’amico-avversario Jarno Ronzoni, che anche in gara era velocissimo. Così ho rotto gli indugi, infilando prima il suo compagno Di Ciolo alla staccata della Casanova-Savelli per poi gettarmi al suo inseguimento. Al quarto giro l’attacco decisivo alla seconda variante. Ho effettuato una manovra “al pelo” che mi è riuscita davvero bene. Jarno ha continuato a marcarmi stretto fino a quando ho voluto alzare il ritmo negli ultimi due giri segnando il record della gara e lui è scivolato”.

Giacomo Lucchetti mostra slogan animalista

Giacomo Lucchetti mostra slogan animalista

Nella Giornata nazionale contro l’abbandono. Una vittoria giunta nel giorno dedicato agli animali a cui la direzione nazionale dell’Enpa, l’ente nazionale protezione animali, ha partecipato. Sulla Starting Grid e sul podio, assieme alle splendide ombrelline, ha Giacomo Lucchetti ha esposto uno slogan contro l’abbandono. “Chi abbandona un animale è una carogna – ha commentato Jack#27 – un ignorante che provoca dolore fisico e morale a un essere indifeso, rischiando di provocare guai seri anche alle persone. Questo perché un animale abbandonato è disperato, allo sbando e senza alcun riferimento, diventando uno tra i principali pericoli sulle nostre strade e non solo”.

Terzo titolo più vicino. “Ma io non ne voglio nemmeno sentir parlare perché non c’è nulla di scontato. Oggi abbiamo un vantaggio importante in classifica generale ma da qui al 6-7 settembre, data dal prossimo appuntamento a Imola (il penultimo, ndr), continueremo a lavorare a testa bassa pensando solamente alla gara. Assieme al mio staff sto definendo i programmi per il 2015… fare bene quest’anno sarà fondamentale per il proseguo del progetto”.

Ringraziamenti. Il pensiero finale di Giacomo Lucchetti è rivolto alle ” persone speciali senza le quali nulla di tutto ciò sarebbe possibile: mio babbo e mia mamma, che assieme a me affrontano infiniti sacrifici con la massima umiltà d’animo, gli sponsor ai quali devo praticamente tutto e poi gli amici, quelli veri, che non mi hanno mai abbandonato”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>