I “leoni” in camice: accordo tra le Farmacie Comunali e Università per ospitare 9 tirocinanti camurenensi

di 

10 luglio 2014

PESARO – Un accordo tra due eccellenze per permettere a 9 tirocinanti di far pratica nelle nostre farmacie. Presentato nella sede dell’Aspes di Pesaro l’accordo tra “Farmacie Comunali di Pesaro” (gestite da Aspes) e il Dipartimento di Scienze Biomolecolari dell’Università degli Studi di Urbino Carlo Bo (al quale afferisce la Scuola di Farmacia): le farmacie comunali di Pesaro ospiteranno studenti provenienti dal Camerun e iscritti al Corso di laurea in Farmacia di Urbino.

UNA COLLABORAZIONE PARTITA NEL 2004

I rapporti di collaborazione tra “Farmacie Comunali di Pesaro” e Scuola di Farmacia (già Facoltà di Farmacia) in materia di tirocini curriculari dei corsi di laurea in Farmacia e in Chimica e Tecnologia Farmaceutiche, hanno avuto origine nel maggio 2004 quando è stata siglata la specifica convenzione. Grazie a questo accordo istituzionale gli studenti dei due Corsi di laurea hanno avuto la possibilità di svolgere il periodo di tirocinio di pratica professionale presso le Farmacie comunali di Pesaro. Nel corso degli anni circa 57 tra studentesse e studenti sono entrati in contatto quotidianamente con i farmacisti professionisti delle farmacie comunali gestite da Aspes, acquisendo quelle conoscenze proprie della professione che costituiscono il giusto complemento a quanto già appreso durante il percorso degli studi.

Un momento della presentazione

Un momento della presentazione

VIA GIOLITTI, SORIA E VILLA FASTIGGI

Le farmacie presso cui dalla prossima settimana svolgeranno tirocinio 9 studenti camerunensi sono quelle di Via Giolitti, di Soria e di Villa Fastiggi.

“Importante sinergia tra due eccellenze del nostro territorio: le Farmacie Comunali di Pesaro e la Facoltà di Farmacia dell’Università degli Studi di Urbino – commenta il presidente di Aspes Luca Pieri – Le nostre farmacie, proprio perché di proprietà del pubblico, sono le uniche strutture che possono aprirsi ad una esperienza di questo genere che ha anche un alto valore sociale”.
“Le farmacie comunali di Pesaro si confermano una piattaforma per preparare e lanciare nuovi farmacisti nel mercato – commenta il direttore generale di Aspes Ivo Monteforte – Le nostre strutture operano secondo regole di mercato ma mantenendo ben presente il loro valore sociale: questo progetto n’è la riprova. Dalle nostre farmacie il cliente deve uscire prima di tutto con un buon consiglio e poi, eventualmente, con un buon prodotto”.

NASCERA’ UNA FACOLTA’ DI FARMACIA IN CAMERUN

“Ma perché gli studenti dal Camerun sono venuti a studiare a Urbino? – spiegano i professori della Facoltà di Farmacia dell’Università di Urbino che in prima persona hanno seguito il progetto, Andrea Duranti e Gilberto Spadoni – Il motivo è che esiste un progetto volto ad impiantare una Facoltà di Farmacia in Camerun, nella città di Dschang. Tale iniziativa, iniziata nel 2012, è congiunta tra il Dipartimento di Scienze Biomolecolari dell’Università degli Studi di Urbino Carlo Bo e la Scuola di Scienza del Farmaco e dei Prodotti della Salute dell’Università di Camerino. Nell’ambito dell’accordo è stato previsto che gli studenti svolgessero parte dell’attività didattica in Camerun e parte del percorso degli studi in Italia per completare la preparazione, in particolare per quanto riguarda le materie professionalizzanti, la tesi e il tirocinio curriculare. Una volta tornati nel paese di origine, gli attuali studenti e futuri laureati trasmetteranno il loro bagaglio culturale ad altri studenti”

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>