Rizzoli, dalla tecnologia K-Sport di Montelabbate alla finalissima Mundial Germania-Argentina

di 

12 luglio 2014

Rizzoli in allenamento

Rizzoli in allenamento

Senza Azzurri, prematuramente caduti quando il mondiale brasiliano era ancora nella fase di riscaldamento, l’Italia si consola con Nicola Rizzoli: l’arbitro modenese è stato designato per dirigere la finalissima del Maracanà tra Germania e Argentina.

L’arbitro Rizzoli, che dirigerà la finale del campionato del mondo Germania-Argentina, come i suoi colleghi del gruppo FIFA si è allenato durante la competizione mondiale con le tecnologie K-Sport ideata e fondata dal pesarese Mirko Marcolini, di Montelabbate, ad oggi uno degli scienziati dello sport più riconosciuti a livello internazionale.

TECNOLOGIA NATA A MONTELABBATE

La tecnologia K-Sport si è imposta negli ultimi anni grazie allo sviluppo del primo sistema GPS al mondo che acquisisce la posizione dei giocatori a 50Hz (50 volte al secondo) raggiungendo dettagli di accuratezza mai visti prima e che consentono di valutare parametri prima neanche immaginabili.

In particolare arbitri ed assistenti, diretti dal professor Castagna, sono stati monitorati con l’innovativo sistema K-Gps e con le nuove funzionalità del portale K-Sportonline che consentono di tenere sotto controllo i carichi di allenamento e di gestire la fatica.

RIZZOLI TERZO ARBITRO ITALIANO IN FINALE

Sarà Rizzoli, 43 anni, il terzo arbitro italiano a fischiare in una finale mondiale. Il primo fu Sergio Gonella nel 1978, designato per Argentina-Olanda a Buenos Aires. Il secondo, il più noto, Pierluigi Collina: arbitrò Brasile-Germania nel 2002 a Yokohama nel Mondiale Nippo-Coreano. Purtroppo, al miglior arbitro italiano in finale, corrisponde sempre un flop della Nazionale italiana…

Tags: , , , , , , , ,

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>