Disoccupati professionalmente organizzati: ecco una banca dati per aziende ed enti

di 

14 luglio 2014

PESARO – Iniziativa particolare quella dell’associazione Disoccupati di Pesaro e Urbino. In un momento in cui le speranze di una ripresa economica crescono, il progetto “Disoccupati professionalmente organizzati” vuole rendere visibili i disoccupati dell’associazione alle imprese del territorio.

Banca dati. In che modo? E’ stata creata una Banca Dati degli associati, che vuole essere un Servizio di Selezione ed Individuazione di professionalità “su misura” e a “costo zero”. Le finalità sono di elevato contenuto sociale, e ne possono beneficiare sia le aziende che le istituzioni. Ulteriore beneficio di questo progetto è quello di migliorare la qualità dell’inserimento lavorativo.

I disoccupati dell’associazione. Le fasce d’età vanno da 20 a 24 anni (il 12%), da 25 a 29 (il 7%), da 30 a 39 (il 23%), da 40 a 49 (il 30%) e gli Over 50 (il 28%). Come si evince, i disoccupati dell’Associazione disoccupati della provincia di Pesaro e Urbino sono per l’81% più che trentenni, quindi persone che hanno alle spalle almeno 10 anni d’esperienza di lavoro. Il genere? I maschi sono il 44%, le femmine il 56%. Il titolo di studio degli associati più diffuso è il diploma (il 73%), ma c’è un 18% di laureati e un 9% che si è fermato alla licenza media. Quindi aziende in cerca di dipendenti ed enti e istituzioni bisognose di professionalità hanno proprio l’imbarazzo della scelta.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>